rotate-mobile
Cronaca Cervignano del Friuli

Arrestati dopo la rapina con ostaggi alla banca di Cervignano, patteggiano due complici

Concessa ad entrambi la sospensione condizionale della pena

Hanno oggi patteggiato la pena davanti al Gup del tribunale di Udine due componenti della banda ritenuta responsabile della rapina con ostaggi alla filiale della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia di Cervignano del Friuli del 3 giugno 2014, bottino tre milioni di euro, e di una tentata rapina che stavano progettando alla filiale della Monte dei Paschi di Siena a Udine, sventata da un blitz di Carabinieri e Polizia nel novembre 2014.

Uno dei due, R.V., 39 anni, di Palermo, ha patteggiato due anni di reclusione e 600 euro di multa per le due rapine, quella consumata e quella tentata. L'altra, A.L. (37), residente a Udine, ha patteggiato un anno e 6 mesi e 400 euro di multa per il solo tentativo di rapina. Il giudice ha concesso a entrambi la sospensione condizionale della pena, disponendo anche la revoca delle misure cautelari ancora in atto.

La posizione dei due si era alleggerita rispetto agli altri componenti della banda dopo che per entrambi il gip, su richiesta della Procura, aveva disposto l'archiviazione dall'accusa di sequestro di persona degli ostaggi nel primo colpo quando dal caveau della banca erano stati sottratti anche preziosi beni contenuti nelle cassette di sicurezza, tra cui figuravano il tesoro di San Vito della parrocchia di Marano Lagunare e altri reperti archeologici. Per la donna era stata archiviata anche l'iniziale accusa di aver partecipato alla stessa rapina di Cervignano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestati dopo la rapina con ostaggi alla banca di Cervignano, patteggiano due complici

UdineToday è in caricamento