Utilizzo consapevole di Internet diventa materia scolastica: arriva il patentino per lo smartphone

Ideata dall'associazione Mec, l'iniziativa rientra nel progetto "Cittadinanza digitale a scuola" che partirà a settembre 2020

A partire da settembre, tra le materie scolastiche sarà inserito anche il progetto "Cittadinanza digitale", ovvero sarà insegnato ai ragazzi l'utilizzo consapevole ed efficace di Internet e delle tecnologie digitali, con vere e proprie ore dedicate e valutazione finale.

Il progetto

L'iniziativa prende vita dalla recente pubblicazione delle Linee Guida per l’insegnamento dell’Educazione Civica, che prevede che questo tema sia uno dei tre pilastri del nuovo insegnamento, dando attuazione alla legge emanata già nel 2019.

Cosa si insegnerà

Tra i temi e le competenze che si andranno a trattare con il nuovo anno scolastico, le linee guida indicano: dalla reputazione online alla protezione dei dati, dalla verifica delle informazioni alla prevenzione del cyberbullismo. Si tratta, dunque, di un programma ambizioso, che da un lato rappresenta una grande opportunità, vista l’urgenza di promuovere l’uso efficace e consapevole del digitale a tutti i livelli di istruzione, ma dall’altro anche una sfida impegnativa per le scuole, chiamate a strutturare in tempi brevi materiali didattici e sistemi di valutazione in un periodo già delicato a causa dell’emergenza Covid.

Supporto alle scuole

In questo progetto, però, le scuole potranno contare sul supporto dell'associazione Media Educazione Comunità attraverso l'iniziativa “Cittadinanza Digitale a Scuola”, con il sostegno della Fondazione Friuli e realizzata in sinergia con l’assessorato all’Istruzione della Regione Fvg.

Tutti gli istituti

Il progetto, che si appresta ad iniziare il terzo anno di attività, ha già coinvolto nelle attività formative oltre 90 istituti scolastici e punta ora a estendere le azioni di supporto a tutti gli istituti regionali.

L'esperimento

Inoltre, sempre all'interno del progetto, lo scorso febbraio era stata annunciata la sperimentazione del “Patentino per lo Smartphone”. Un percorso strutturato con contenuti multimediali e strumenti di valutazione per accertare l’acquisizione da parte degli studenti delle competenze minime necessarie a navigare in rete con consapevolezza. Un percorso in fase avanzata di progettazione, grazie anche al contributo attivo di insegnanti e dirigenti scolastici, che si è rivelato strettamente coerente con le Linee Guida e che potrà così essere messo a disposizione delle scuole per l’insegnamento dell’Educazione Civica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel dettaglio

In pratica, il percorso è sviluppato su sei moduli, ciascuno dei quali approfondisce un nucleo tematico diverso, in coerenza con le competenze definite dalle Linee Guida: dietro le quinte di Internet; Privacy, doveri e diritti on-line; Rispetto ed emozioni in rete; Cyber security; Informazioni on-line e Dipendenze digitali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • A Codroipo apre "Molo12", il ristorante di pesce di uno chef stellato

  • Covid: C'è una vittima ed è boom di contagi, in Fvg oggi sono 219 i nuovi positivi

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento