rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Cronaca Cividale del Friuli

Fermato con la patente falsa, il fratello passa a recuperarlo ma è nella stessa situazione

Il caso di due giovani albanesi regolarmente residenti in Italia, denunciati dagli agenti del Commissariato di polizia di Cividale

Due fratelli per due denunce, entrambe legate al possesso di un permesso internazionale di guida fasullo. L’episodio si è verificato lo scorso 18 gennaio a Cividale, e ha coinvolto una coppia di consanguinei di nazionalità albanese, entrambi regolari sul territorio nazionale. Il maggiore dei due, di 24 anni, è stato controllato in una verifica di routine dagli agenti del commissariato locale impegnati a pattugliare il territorio. Una volta verificata l’autenticità del documento esibito - un permesso di guida internazionale - i poliziotti hanno realizzato che si trattava di un falso. 

A quel punto il soggetto è stato accompagnato negli uffici ducali della Polizia e denunciato a piede libero. Essendogli impedito di guidare il mezzo sul quale era stato fermato, una Golf, ha chiamato il fratello 18enne per guidarlo. Così gli agenti hanno chiesto il documento di guida anche al più giovane dei due, riscontrando la stessa anomalia. I due giovani hanno così ammesso di aver comprato i permessi in Albania, al prezzo di 100 euro l’uno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato con la patente falsa, il fratello passa a recuperarlo ma è nella stessa situazione

UdineToday è in caricamento