Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Parquet contraffatti: centinaia di casi in Friuli, salute a rischio

Nuova truffa in regione secondo il racconto di un testimone: pavimenti in legno cinesi spacciati per italiani. Si tratterebbe di prodotti non conformi, con un elevato rischio per la salute, soprattutto dei bambini. In più sono parquet di scarsa qualità. Ecco come difendersi

Casi di allergie, denunce alle aziende e alle associazioni di consumatori. In Friuli recentemente si sarebbero verificate una serie di truffe: pavimenti in legno, spacciati per italiani, in realtà prodotti in Cina con caratteristiche che non rispettano le normative europee e italiane. Il problema è ancora più evidente quando si installa un riscaldamento a pavimento, che dopo poco tempo dalla posa rilascia alcune sostanze pericolose, tra cui la formaldeide. Secondo una testimonianza, un cliente ha chiesto un risarcimento di 300 mila euro a un rivenditore friulano per le improvvise allergie riscontrate nei figli piccoli. Alcune ditte in regione, sempre secondo il racconto di alcuni testimoni, hanno in piedi numerose cause simili.

PROBLEMI DI SALUTE. Secondo la testimonianza le cause di questa situazione sarebbero "la scarsa informazione e la legislazione attuale sul Made in Italy, che non tutela i consumatori permettendo di vendere pavimenti importati dalla Cina senza controlli sulle vernici, con un'elevata presenza di formaldeide". In Europa il limite consentito nelle abitazioni è 0,12. Alcuni pavimenti cinesi superano i 4,7, a cui si aggiungono colle con elevato grado di tossicità, oppure trattamenti con soda caustica per sbiancare il legno, tutto ciò creando seri pericoli alla salute, sia nell'immediato con reazioni allergiche, ma anche nella lunga esposizione a questi pavimenti.

MATERIALE SCADENTE. Ma il problema della salute, anche se il più importante, non è l'unico. Spesso questi pavimenti si scollano o si rovinano facilmente e si formano delle crepe. Il rischio è quello di dover smantellare tutto nel giro di pochi mesi.

I CONSIGLI PER TUTELARSI. I prodotti contraffatti spesso si presentano con un imballaggio bianco, senza scritte, oppure con le indicazioni del rivenditore che ha provveduto a reimballare i pavimenti. Le dimensioni solitamente sono più piccole di quelle standard; i listoni sono caratterizzati da fondo piatto senza tagli; appena tolti dalla confezione hanno un odore forte, al contrario di quelli Made in Italy che sono realizzati con vernici e colle ecologiche, inodori; non contengono tutti i marchi necessari (CE, ITPI, CTP codice trasparenza che fa capo a Legno arredo) e non hanno una scheda prodotto in regola, timbrata e sottoscritta dal produttore. Il consiglio è quello di chiedere sempre la scheda prodotto prima di acquistare e di rivolgersi alle associazioni dei consumatori. Chi pensa di aver comprato un prodotto contraffatto può rivolgersi al Catas di San Giovanni al Natisone, specializzato in questo tipo di analisi.

Le analisi su un parquet di importazione cinese fatte dalla Catas. Il livello di formaldeide supera abbondantemente il limite consentito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parquet contraffatti: centinaia di casi in Friuli, salute a rischio

UdineToday è in caricamento