menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazza Primo Maggio: presidio permanente contro il parcheggio

Da venerdì è attivo sul posto il comitato che si oppone alla realizzazione della struttura interrata. Partite le raccolte di firme e soldi. L'obiettivo è bloccare l'inizio lavori, previsto per il 19 agosto

Un blog,  l'ormai immancabile gruppo Facebook, forza di volontà e fiducia. "Armati" di questi strumenti un gruppo di cittadini udinesi, che si riuniscono nel "Comitato Zardin Grant", manifesta la sua contrarietà alla realizzazione del parcheggio interrato di piazza Primo Maggio. Da ieri hanno attivato un presidio permanente, di fronte a quello che è stato definito "il muro di Udine". Lo scopo è fermare il cantiere,  che partirà ufficialmente il 19 agosto.

Le ragioni della protesta, secondo quanto riportato dagli esponenti del comitato: le preoccupazioni per la falda acquifera da cui l’Amga attinge l’acqua per rifornire la zona di Udine sud che è proprio sotto al cantiere, il rischio allagamenti, la cementificazione di una zona a elevato rischio archeologico, la cifra consistente (11 milioni di euro) che servirà per la realizzazione dell'opera.

Dal loro bollettino on-line si dichiarano soddisfatti per la prima giornata di attivismo sul posto. "Sono tante le persone che ci sostengono. Nel pomeriggio abbiamo avviato una raccolta firme, e a fine serata ne abbiamo raccolte 91. Sono stati raccolti 18€ di offerte, che hanno coperto in parte le spese di stampa dei volantini. Abbiamo avuto un buon risalto mediatico."

Stamane alle 9.00 hanno ricominciato, perché  "c’è ancora molto da fare. Dobbiamo cercare di raccogliere una gran quantità di firme in pochissimi giorni. Ma soprattutto ci serve sostegno umano, persone che parlino, propongano idee, che aiutino a tenere vivo questo presidio. Dobbiamo fare tutto il possibile per bloccare l’inizio dei lavori,  previsto per lunedì 19 agosto. "

Il "muro" di Udine

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento