menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cciaa e Comune: "ci vuole un incontro pubblico su park Primo Maggio"

Confermata la collaborazione tra i due enti, nasce l'idea di un momento di confronto con i cittadini, per spiegare nel dettaglio il cronoprogramma. Intanto si va avanti con l'organizzazione di Friuli Doc

La Camera di Commercio conferma al Comune la sua collaborazione per la realizzazione della prossima edizione di Friuli Doc, ma anche per portare avanti una programmazione condivisa di attività, manifestazioni e appuntamenti pubblici, possibilmente pluriennale, per una ottimizzazione delle risorse, per evitare sovrapposizioni e offrire iniziative coordinate con più lavoro di squadra. La disponibilità è stata garantita in un incontro in Cciaa tra il presidente camerale Giovanni Da Pozzo e l’assessore alle attività produttive Alessandro Venanzi, cui hanno partecipato anche il presidente e il direttore dell’associazione commercianti udinese Giuseppe Pavan e Guido Fantini.

La visita, inoltre, è stata occasione, da parte della Camera e di Confcommercio, di chiedere al Comune l’organizzazione di un prossimo incontro pubblico «per fare il punto della situazione, cronoprogramma e mappe alla mano, sulla progressione della realizzazione del park di piazza Primo Maggio – ha spiegato il presidente Da Pozzo –, anche e soprattutto per coinvolgere e informare le attività commerciali e produttive che saranno interessate direttamente o indirettamente dal cantiere e giustamente richiedono chiarezza su tempi e modalità di esecuzione dei lavori, per capire quali saranno i disagi e quanto dureranno». E Venanzi ha confermato che si farà portavoce alla giunta e all’assessore competente per organizzare l’approfondimento.

Quanto a Friuli Doc, entro luglio si terranno incontri operativi tra le amministrazioni, per definire con più dettaglio gli spazi e le modalità della collaborazione, mentre dopo l’estate si intende avviare un tavolo di lavoro «per coordinare e condividere assieme ai principali stakeholder – ha detto Venanzi –, la programmazione delle progettualità, su una base triennale, per una maggiore armonizzazione e un’ottimizzazione delle risorse». Venanzi ha anche confermato la volontà di avviare dopo l’estate una serie di incontri nei quartieri, per ascoltare esigenze e problematiche delle realtà produttive delle diverse zone della città, trovando l'accordo di Pavan e Fantini. «Al presidente - ha concluso Venanzi - ho ribadito la mia convinzione che la Camera di commercio è stata sempre un partner prezioso per il Comune, ma oggi lo è ancora di più, perché in un momento di crisi come quello in cui stiamo vivendo è quanto mai importante la sinergia e la collaborazione tra istituzioni».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento