menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Park piazza Primo Maggio: "il Comune fa disinformazione"

Adriano Ioan critica l'incontro pubblico di lunedì sera in sala Ajace. "Nessuna proposta o risposta. Non c'è stato dibattito, non è stato fornito materiale ai partecipanti. Si è trattata di propaganda"

“Tutti sanno quanto mi sia speso durante tutta la campagna elettorale, e anche nelle fasi successive, per ribadire la mia ferma contrarietà alla realizzazione dell'inutile opera del parcheggio in piazza Primo Maggio il cui cantiere non esito a definire rovinoso”, inizia così l'intervento del leader del centrodestra in Consiglio Comunale, Adriano Ioan, che ieri ha partecipato all'appuntamento in Sala Ajace. “Da quando i lavori sono stati consegnati abbiamo vigilato, come opposizione, sui contratti d’appalto anche per segnalare alle autorità competenti eventuali discordanze ed anomalie”. a che di competenza. I cittadini aspettano delle risposte e invece in sala Ajace, ecco arrivare una chiara approvazione per l’opera da parte del neo riconfermato Presidente della Camera di Commercio che ha ricordato come l’incontro fosse stato sollecitato dalle categorie economiche.

“Ebbene – evidenzia Ioan - ci saremmo aspettati di ascoltare le proposte del sindaco e della sua giunta schierata nelle prime file, in modo che l'opinione pubblica e gli operatori soprattutto fossero messi al corrente delle strategie dell'amministrazione funzionali a limitare i disagi di quanti svolgono le attività sulla piazza”. E invece? “Proposte zero; al loro posto è andata in scena la solita disinformazione condita da propaganda ad opera del nostro primo cittadino (che si è lanciato in una impeccabile introduzione...), coadiuvato da alcune slide proiettate a velocità supersonica sullo schermo, senza che fosse fornita ai diretti interessati copia cartacea in modo da rendere loro possibile quanto meno confrontare ragionevolmente i dati esposti; in barba alla trasparenza!”. Il bello è che “i vari operatori economici intervenuti non hanno avuto la possibilità né parlare né di chiedere chiarimenti; è prevalsa la polemica da parte di chi ancora ritiene possibile fermare il parcheggio o quanto meno voleva delle spiegazioni non fornite dall'amministrazione comunale nei mesi precedenti”.

Un altro elemento significativo ribadito chiaramente durante l'incontro è la partecipazione della Camera di Commercio all’operazione park: “Essa consiste unicamente in un acquisto di quote della SSM spa, del valore di 500 mila euro, effettuato nel 2010. Ebbene – spiega Ioan - dalla data dell’aumento di capitale sottoscritto, i dividendi incassati dalla CCIA ammontano a euro 40 mila circa per il 2012 (bilancio 2011) e saranno di altri 40 mila circa da incassare entro l’anno per il 2013 (bilancio 2012), pochi investimenti hanno una rendita così elevata ed a rischio nullo, qualsiasi cittadino udinese investirebbe i propri pochi risparmi in così sicure rendite ed un capitale sempre pronto ad essere recuperato”. Dunque – formula l'invito - “anziché prestarsi a strumentalizzazioni, il Presidente della Camera di Commercio potrebbe utilizzare questi proventi finanziari per sostenere una serie di iniziative finalizzate a limitare il disagio dei molti imprenditori coinvolti, loro malgrado, nelle scelte di Honsell”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento