Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

La pandemia non ferma le iniziative della Lilt friulana

Quest'anno raccolti 5 mila euro che fanno salire a 83 mila euro il contributo complessivo di 17 edizioni. Anche dal Peperoncino Day un contributo per sostenere il servizio di psiconcologia

Nonostante le limitazioni imposte dalla pandemia, il cuore dei friulani ha risposto con la consueta generosità all’appello del Peperoncino Day”. Con queste parole il presidente della sezione friulana della Lilt, Giorgio Arpino, ha commentato il risultato dell’iniziativa che si ripete senza interruzioni dal 2002 ed è divenuta ormai un appuntamento tradizionale dell’autunno udinese.

Aglio, olio e peperoncino, "medicina" per la prevenzione dei tumori

Quest’anno – spiega Arpino – abbiamo preso in mano direttamente l’organizzazione, con il patrocinio della sede nazionale dell’Accademia italiana del peperoncino, l’impegno dei nostri volontari e l’aiuto di tanti splendidi partner, con in prima linea il gruppo Despar e Udine Mercati”. Nei gazebo allestiti a Udine in piazzetta Lionello e all'esterno di numerose parrocchie cittadine e della provincia è stata proposta al pubblico, in cambio di un'offerta, la borsa contenente un kit per realizzare la pasta aglio, olio e peperoncino, piatto simbolo della dieta mediterranea, ormai patrimonio dell’Unesco, che costituisce una “medicina” fondamentale per la salute e per la prevenzione dei tumori.

5 mila euro raccolti, «risultato sorprendente»

Il risultato è stato, sorprendentemente, in linea con quello delle ultime edizioni. Oltre 5 mila euro, che fanno salire a 83 mila euro complessivi il contributo portato alla Lilt nelle 17 edizioni del Peperoncino Day.
Come già nel 2019 – ha detto il presidente della Lilt – ancora per quest'anno il consiglio direttivo ha deliberato di destinare i proventi dall'evento Peperoncino Day a favore del servizio di psiconcologia, un’attività che abbiamo avviato già dal 2005, rimediando ad una totale assenza della sanità pubblica.

Nel solo quinquennio 2015-2019, il team di psiconcologhe Lilt operante presso il Dipartimento di oncologia dell’Asufc di Udine è costato complessivamente oltre 320 mila euro. “Uno sforzo notevole - ha chiarito Arpino -, a fronte del quale abbiamo avuto un primo riconoscimento. A partire da giugno 2020, infatti, una psiconcologa è stata inserita in organico dalla sanità pubblica, ed un altro passaggio dovrebbe avvenire entro il primo semestre del 2021, con un importante alleggerimento dei costi a carico Lilt”.

C'è anche il calendario Lilit Udine

Al servizio di psiconcologia verranno destinati pure i proventi derivanti dalla distribuzione del calendario Lilt Udine 2021, che può essere richiesto alle sedi udinesi Lilit, in via Francesco di Manzano 15 o al pad. 8 dell’Ospedale Civile, o via mail all’indirizzo liltudine@gmail.com.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pandemia non ferma le iniziative della Lilt friulana

UdineToday è in caricamento