rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Covid-19

In Friuli calano contagi e ricoveri, si va verso la zona gialla

Un reparto terapia intensiva chiuso all’ospedale di Udine, circa il 42 per cento in meno di contagi in una settimana e dati che posizionano la regione a ridosso del cambio colore: si riaccende la speranza

I dati sulla pandemia del Friuli Venezia Giulia stanno migliorando. Nell’ultima settimana sono tante le buone notizie che fanno vedereuna fase discendente dei contagi e dei ricoveri. Da marzo 2020 sono stati contagiate più di 300 mila persone in Fvg. Secondo gli esperti della task force anti-Covid regionale la forte riduzione della pressione sugli ospedali è partita dalla seconda metà di febbraio. La curva dei ricoveri si alza o si abbassa sempre a distanza di almeno un paio di settimane quella dei contagi. La curva dei decessi si modifica allo stesso modo ma circa dieci giorni dopo. Quindi la tendenza pare decrescere in maniera costante e ci può far sperare.

Terapia intensiva

Da mercoledì scorso,16 febbraio, è stata chiusa la terapia intensiva Covid-19 da 10 posti dell’ospedale di Udine. “Questa giornata resterà nella storia” - le parole di ottimismo del vicegovernatore con delega alla Salute Riccardo Riccardi alla notizia -”È un bel segnale che non si vedeva da tempo”. I pazienti che entrano in terapia intensiva in questi ultimi giorni sono per lo più affetti da altre patologie che richiedono comunque questo tipo di ricovero. Ma essendo positivi al Covid devono seguire il percorso riservato a chi è contagiato. Resta aperta con 11 pazienti l’altra terapia intensiva mentre gli altri ricoveri sono divisi tra Cattinara a Trieste (7), Gorizia e Monfalcone (4) e Pordenone (1). Considerato come la curva dei ricoveri segua sempre a distanza di almeno un paio di settimane quella dei contagi, tanto in salita quanto in diminuzione, e che quella dei decessi si comporti alla stessa maniera con almeno un’altra decina di giorni di ritardo, Si sta alleggerendo anche la situazione dei ricoveri in altri reparti. Una notizia molto importante perché permette di pianificare una graduale riapertura delle attività di routine dell’ospedale consentendo di prendere in carico i malati in attesa di visite e trattamenti. Anche al pronto soccorso dell’ospedale la pressione si è allentata. I pazienti positivi che vi accedono sono scesi, nell’ultima settimana, a meno di una decina al giorno rendendo meno complicata la gestione della situazione in generale. 

Contagi

Nella settimana dal 9 al 15 febbraio in Friuli Venezia Giulia si registra una performance in miglioramento per i casi attualmente positivi per 100 mila abitanti (2 mila 685 contro 3 mila 526) e si evidenzia una diminuzione dei nuovi casi, pari al 41,6 per cento, rispetto alla settimana precedente. È quanto emerge dal monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe. Il comune capoluogo ha anche la più bassa incidenza di casi ogni 100 mila abitanti in regione: 749 casi. A Trieste sono stati sfiorati i 900, Pordenone ne ha 809 e Gorizia 851. Dati in miglioramento visto che le analisi del 25 gennaio indicavano quasi 2000 casi a Udine, 2051 a Trieste, 2402 a Pordenone e 2216 a Gorizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Friuli calano contagi e ricoveri, si va verso la zona gialla

UdineToday è in caricamento