Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca San Rocco / Via Volturno

Corsi di formazione in Regione, rissa sfiorata per mancanza di parcheggi

Stalli blu intorno al Palazzo della Regione letteralmente presi d'assalto dai mezzi della Polizia dell'Uti e da quelli del Corpo Forestale, nessuno con il ticket esposto. Scatta la protesta dei genitori che si trovano in difficoltà a portare i propri figli all'asilo nido Girotondo di via Volturno

Mezzi della Polizia Locale parcheggiati negli stalli blu difronte al palazzo della Regione di via Sabbadini

Nonostante il parcheggio sottorraneo di via Valussi Pacifico, destinato esclusivamente al personale della Regione e da pochi mesi anche a quello che era in dote alla Provincia, gli stalli nel quartiere a fianco a piazzale Cella scarseggiano. Generalmente accade quando all'interno del palazzo della Regione di via Sabbadini sono organizzati alcuni convegni all'interno del suo grande auditorium. La situazione diventa veramente caotica in particolar modo durante i mercoledì mattina, quando - puntualmente - si verificano dei corsi di formazione ad hoc destinati a determinate categorie della Pubblica Amministrazione. 

Asilo "assediato"

Durante queste giornate, anche di primo mattino, gli stalli blu a pagamento presenti intorno all'Asilo nido "Girotondo" sono tutti occupati e i genitori dei 36 bambini che frequentano il nido della Regione - gestito dalla cooperativa Codess Fvg - si trovano regolarmente in difficolà nella sosta e nella veloce fase di accompagnamento dei loro piccoli che hanno un'età compresa fra i 3 e i 36 mesi. E' una situazione che gli stessi ci raccontano come frequente e che si verifica presso tutti gli edifici scolastici cittadini.

Rissa sfiorata

Questa mattina, alle 8.30, la scena si è ripetuta: intorno all'asilo e al Palazzo della Regione tutti gli stalli blu erano occupati da decine di auto della Polizia Locale e del Corpo forestale - tutte rigorosamente senza ticket - e diverse vetture delle scuole guida (provviste, invece, di regolare parchimetro). Un genitore, estenuato dalla ricerca di un parcheggio nel quartiere ha così deciso, dopo il terzo giro, di parcheggiare provvisoriamente la sua auto in un parcheggio riservato ai disabili, l'unico "disponibile" e non occupato. Appena fermata la macchina, l'uomo è stato prontamente ripreso da una persona che aveva assistito alla violazione del codice della strada in atto e a quel punto è iniziata una rissa verbale dai toni accessissimi, sedata solamente dopo l'intervento di alcuni cittadini che hanno separato i due placcando i bollenti animi.

La soluzione

«Chiediamo la possibilità di uno stallo prospicente all’asilo con un disco orario di pochi minuti - ci ha spiegato un papà che ha assistito alla scena-. Ogni settimana è la stessa storia, siamo esasperati e ogni mercoledì rischiamo di dover pagare multe per divieto di sosta, nonostante l'alta retta che già paghiamo per il nido». Ma per l'assessore alla viabilità di Udine, Enrico Pizza, questa soluzione non è pratica né utile in quanto l'osservanza al rispetto del disco orario sarebbe in carico ai vigili dell'Uti Friuli Centrale, non sempre presenti in zona durante gli orari di ingresso. «Questo problema sarà risolvibile solamente quando sarà portato a termine il recupero dell'ex Frigorifero di via Sabbadini proposto dall'assessore Pierenrico Scalettaris, ovvero quando sarà realizzato un altro grande parcheggio all'interno della sua vasta area». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corsi di formazione in Regione, rissa sfiorata per mancanza di parcheggi

UdineToday è in caricamento