menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Palazzo Antonini ex sede della Banca d’Italia in via Gemona a Udine

Palazzo Antonini ex sede della Banca d’Italia in via Gemona a Udine

Si avvera il sogno: all'Ateneo di Udine il Palazzo del Palladio

Grazie alla donazione del cardiologo di fama mondiale Attilio Maseri, l'Universita friulana è diventata proprietaria dell'immobile di via Gemona, già sede della Banca d'Italia. Si intitolerà "Palazzo Antonini-Maseri"

Grazie alla donazione del professor Attilio Maseri, chirurgo di fama mondiale, Palazzo Palladio, ex sede della Banca d'Italia sito in via Gemona, è di proprietà dell'Università degli Studi di Udine. Ideato da Palladio, l'edificio ha una superficie di circa 3 mila metri quadrati ed è stato commissionato da Floriano Antonini, esponente di una delle famiglie più in vista dell'aristocrazia udinese, ad Andrea Palladio nel 1556.

La donazione

Oltre all'edificio, Uniud è proprietaria anche del parco del palazzo, che rientra tra i giardini storici di Udine, con accesso principale da piazza Primo Maggio. A seguito della donazione, il palazzo si intitolerà "Palazzo Antonini-Maseri". "Per me è un sogno che si avvera, ossia restituire alla città, all'intera collettività, il Palladio" dichiara il rettore dell'Università, De Toni "se siamo arrivati a questo punto lo dobbiamo alla grande generosità del professor Maseri, che aveva già donato all'ateneo la biblioteca Florio. Con questo grande gesto entrerà nella storia della nostra Università, ma anche delle città." Per quanto riguarda il valore, "preferiamo mantenere discrezione sul valore. E' stato un meraviglioso dono che l'Università ha ricevuto".

Il progetto

"Questa è un operazione che nasce da lontano." ricorda De Toni "all'inizio fui sollecitato dalla Fondazione Friuli a fare un progetto. Abbiamo quindi coinvolto i migliori architetti dell'Università e abbiamo intenzione di valorizzare il palazzo nel migliore dei modi. Tra gli altri, un progetto che si chiama Cosmopoli, che vorrebbe farne il baricentro della proiezione della città e della sua università verso un futuro capace di abbracciare il mondo intero. Questo palazzo rappresenta un luogo dove incrociare il Friuli e la sua storia, ma anche il futuro dell'Università. Partiamo quindi da questa donazione e, con il sostegno della Regione e del Comune di Udine, continuare il progetto."

Il professor Maseri

"Io sono friulano, di nascita e di vita, e per me l'Università di Udine rappresenta un punto di riferimento, punto di partenza e di irradiazione della friulanità in Italia e nel mondo. Quindi ritenevo dovesse avere una sede appropriata a questo scopo, e mi sembra che questo palazzo sia una delle tessere del mosaico che permetteranno all'Università di assumere un ruolo sempre più importante e visibile" dichiara il professor Maseri.

Banca d'Italia

Il direttore della sede regionale di Trieste della Banca d'Italia dichiara "la conclusione di questa operazione ci lascia estremamente soddisfatti. Tutti hanno estremamente a cuore questo complesso, e Banca d'Italia ha investito molto nella ristrutturazione del palazzo, anche se ha cambiato la propria sede già nel 2009. La Banca d'Italia è un istituto che ha finalità pubblica, quindi avere a che fare con l'Università è stata la cosa migliore. E' stato un gran successo".

Palazzo Antonini-Maseri: gli esterni e gli interni 

Largo Prospero Antonini e la facciata della sede dell'Univerdità di Udine 0-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento