rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
condanna

Picchiano un carabiniere che voleva sedare una lite: padre e figlia condannati

L'episodio si è verificato lo scorso 11 novembre: un carabiniere era intervenuto per placare una violenta familiare e si è ritrovato malmenato e minacciato da un uomo di 53 anni e dalle sue due figlie

Era intervenuto per sedare una lite, e si è ritrovato malmenato: la vicenda ha per protagonista un carabiniere che, lo scorso novembre, aveva provato a sedare una violenta lite familiare. 

I fatti

Lo scorso 11 novembre 2021, una pattuglia dei carabinieri di Udine era intervenuta nei pressi di un'abitazione dove era stata segnalata una violenta lite. Uno dei militari dell'Arma, però, mentre stava scendendo dall’automobile, era stato aggredito da un uomo di 53 anni che lo ha colpito con un pugno e minacciato di morte. Caduto a terra, il carabiniere è stato bloccato e preso a calci sul volto anche dalle due figlie, una di 23 anni e l'altra minorenne. Le lesioni sono state giudicate guaribili in 5 giorni.

La sentenza

Il giudice del Tribunale di Udine Camilla Del Torre ha condannato l'uomo di 53 anni e la figlia di 23 anni, entrambi residenti in città, rispettivamente a 10 mesi e 20 giorni e a 7 mesi di reclusione per concorso in resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e, il solo padre, anche per oltraggio a pubblico ufficiale e rifiuto d'indicare la propria identità, La pena di reclusione sospesa con la condizionale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiano un carabiniere che voleva sedare una lite: padre e figlia condannati

UdineToday è in caricamento