Nasce a Milano il "consolato friulano": prodotti Made in Friuli sulle tavole meneghine

Dopo il periodo di lockdown, riapre a Milano l'Osteria della Stazione dell'udinese Gunnar Cautero: attiverà il servizio a domicilio per portare il Made in Friuli in tutta la città

Gunnar Cautero davanti alla sua Osteria della Stazione

Nel centro di Milano batte un cuore friulano. L'Osteria della Stazione è ormai un punto di riferimento per chi ama i sapori della nostra regione e, dopo il lungo periodo di lockdown, anche il titolare Gunnar Cautero è pronto a ripartire. Ma più che riapertura e ritorno alla normalità, Gunnar Cautero preferisce parlare di «evoluzione, perché ormai niente tornerà come prima». Ed è con questo spirito che l’oste friulano, titolare dell'Osteria della Stazione - L'Originale di Milano, ha messo in atto diverse iniziative per riuscire a stare al passo con i tempi.

Il consolato friulano

“Il consolato friulano”, come ama definirlo, vuole essere molto di più che un ristorante di riferimento, proponendo anche la vendita al minuto di una selezione di prodotti Made in Friuli che potranno quindi non solo essere degustati in loco, ma anche portati a casa: salumi friulani saranno venduti “all’etto” e vini di qualità alla bottiglia. Cautero vuole estendere la gamma di prodotti proposti anche alla pasticceria. Il servizio da asporto e consegna a domicilio, attivati durante il periodo dell’emergenza pandemica, verrà mantenuto per fare arrivare il Friuli Venezia Giulia direttamente sulle tavole della città meneghina. «Soffriamo la mancanza di tavoli all’aperto e quindi lavoriamo timidamente: la cucina è aperta solo per pranzo e il sabato sera», ma Cautero precisa con decisione, non senza una punta d’orgoglio, che ha già in atto numerose collaborazioni per portare in tavola altri prodotti friulani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A tutto frico

Le novità

Tra le novità anche i menù degustazione del sabato sera dai nomi altisonanti di “Barcis” e “Fusine”; in preparazione, “Verzegnis” che sarà al 91% friulano. Lo storico locale meneghino, attivo dal 1948 e situato a due passi dallo scalo ferroviario, è gestito da quasi 8 anni dall’udinese Gunnar Cautero che propone un ricco menù a base di pietanze composte da almeno 70% di materia prima proveniente dal Friuli Venezia Giulia. Il ristorante è risultato quest’anno vincitore del premio Eataly quale “Miglior trattoria di Milano” nell'autorevole guida “I Cento di Milano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Codroipo apre "Molo12", il ristorante di pesce di uno chef stellato

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Covid: C'è una vittima ed è boom di contagi, in Fvg oggi sono 219 i nuovi positivi

  • Coronavirus, positivi alla Quiete, in ospedale a Palmanova, Udine e San Daniele

  • Coronavirus: 90 nuovi casi, tre decessi, due focolai a Martignacco e Gradisca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento