«L'ospedale di Palmanova può essere riconvertito per l'emergenza, ma poi?»

Il sindaco Martines vuole la giusta attenzione affinché quello di Palmanova diventi ospedale di rete con una sua specializzazione in linea con le promesse della politica regionale

L'ospedale di Palmanova

Le sale operatorie e i reparti dell'ospedale di Palmanova possono essere trasformati in posti di terapia intensiva e semi-intensiva: questa è la proposta del sindaco della città stellata Francesco Martines che dichiara: «Dopo la crisi, venga almeno ripristinato l’attuale assetto. Da Riccardi una prima rassicurazione».

Il presidio di Palmanova

«L’Ospedale di Palmanova è in prima fila nella lotta contro il virus Covid-19. Di questo siamo orgogliosi: un contributo importante per il benessere di tutti. L’azienda sanitaria ha deciso di bloccare l’attività di tutte le sale operatorie e del reparto di ortopedia per attrezzare gradualmente la struttura e creare le migliori condizioni per ospitare pazienti colpiti dal virus. La mia preoccupazione è che, dopo la fine della crisi, tutto torni almeno come prima, che il processo sia reversibile potendo così tornare in breve alla precedente operatività». Questo era uno degli argomenti che il Sindaco di Palmanova Francesco Martines ha trattato in una lettera, inviata la scorsa settimana ai vertici dell’ASUFC (Azienda sanitaria Universitaria Friuli Centrale) e al presidente e vicepresidente della Regione.

Le opportunità per il futuro

Al momento numerosi reparti sono stati riorganizzati per garantire nuovi posti letto attrezzati, «ma una volta terminata l'emergenza questi torneranno alla precedente strutturazione, ciò avverrà anche per l'Ospedale di Palmanova. Quest'emergenza, però, ci deve fare interrogare sulle scelte e sulla strutturazione complessiva del nostro sistema regionale».

La risposta della Regione

«L'Assessore alla salute Riccardi ci ha assicurato che l’Ospedale di Palmanova è un ospedale, e deve rimanere tale, per assumere un ruolo importante nello scacchiere del sistema ospedaliero regionale. Non siamo qui per fare polemica, dobbiamo stare uniti e collaborare in questa situazione di emergenza, dando ognuno il proprio contributo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Codroipo apre "Molo12", il ristorante di pesce di uno chef stellato

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Covid: C'è una vittima ed è boom di contagi, in Fvg oggi sono 219 i nuovi positivi

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

  • Coronavirus, positivi alla Quiete, in ospedale a Palmanova, Udine e San Daniele

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento