Oscar Green nazionale alla Coldiretti Fvg per il raro mais di Illegio

Il Vecjo Mulin di Illegio, di Marco Zozzoli, ha recuperato piante dimenticate e rare e per questo si è meritato l'ambito premio patrocinato dal Ministero

Il mais gemma di vetro in una foto dal profilo Facebook di Marco Zozzoli

Quando qualità, natura e passione si incontrano, si crea l'eccellenza. È per questo che il Vecjo Mulin di Illegio si è aggiudicato l'Oscar Green nella categoria sostenibilità, il concorso patrocinato dal Ministero per le politiche agricole.

Un risultato storico per i giovani della Coldiretti regionale: Marco Zozzoli dell’azienda agricola “Il Vecjo Mulin” di Illegio, grazie alla coltivazione di antiche varietà di mais, simbolo di biodiversità, ha vinto il primo premio nazionale nella categoria Sostenibilità dell’edizione 2019 di Oscar Green, la tredicesima del concorso promosso dalla Confederazione nazionale e patrocinato dal ministero delle Politiche agricole che riconosce l’innovazione, valorizza i progetti dei giovani imprenditori e promuove l’agricoltura di qualità.

Il premio

Oggi a Roma Coldiretti ha proceduto alle premiazioni dei progetti selezionati nelle sei categorie di Oscar Green: oltre a Sostenibilità anche Impresa.4Terra, Campagna Amica, Creatività, Fare Rete e Noi per il sociale. «Un’enorme soddisfazione – le prime parole del presidente regionale della Coldiretti Michele Pavan, nella capitale assieme al direttore Danilo Merz e alla presidente regionale di Giovani Impresa Anna Turato –. Oscar Green è un concreto esempio di come si possa promuovere l’agricoltura sana ed ecosostenibile sul territorio, nel rispetto delle regole e con uno sguardo rivolto al futuro». «Questo concorso è una vetrina per tutti i giovani che valorizzano il nostro territorio – aggiunge Turato –. La vittoria di Marco è il coronamento del grande impegno di tutti i giovani che fanno agricoltura anche in territori marginali come quelli di montagna».

Le piante dimenticate

La passione verso la riscoperta ha portato Zozzoli a recuperare da tutto il mondo piante “dimenticate” e condannate all’estinzioni, che possono però ancora stupire, attraverso la messa a dimora di semi antichi e varietà rare come la mandorla di terra o zigolo dolce e appunto il mais gemma di vetro (con varie gradazioni di azzurro), rarissimo e simbolo di biodiversità noto anche come mais glass gem, e un’antica varietà di mais, detto mais di Illegio o mais di Dieç, tramandata da generazione in generazione e da cui si ricava la rinomata farina di Illegio. In questo modo vengono preservati l’ambiente e il terreno con lavorazioni rispettose della natura.

Un altro premio friulano

A Roma spazio anche per Simone Betto, dell’azienda agricola Betto Simone di Pocenia, il secondo finalista Fvg. Nella categoria Fare Rete, Betto ha presentato un progetto volto ad aiutare le api a nutrirsi affinché si fortifichino attraverso la creazione di un habitat idoneo agli insetti pronubi, che favorisca la riproduzione dell’insetto antagonista, la vespa samurai, che contrasti la massiccia invasione della cimice asiatica. 

Il Vecjo Mulin

Il Vecjo Mulin non è solo un'azienda agricola: nato nel 2014 da un orto famigliare, oggi è una sorta di giardino della biodiversità dedicato all'agricoltura biologia sinergica. Su circa 4 ettari di terreno vengono coltivate, oltre agli ortaggi, piante “dimenticate” attraverso la semina di semi antichi e varietà rare e scartate nei secoli per convenienza di coltivazione. Sempre nei piccoli appezzamenti viene coltivato quello che poi è divenuto un mais “autoctono” denominato mais di Illegio".

Zozzoli-3

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Pizzerie eccellenti" in Italia, cinque le udinesi in classifica

  • I migliori ristoranti dove mangiare pesce a Udine secondo TripAdvisor

  • Grande come un campo da calcio: ha preso il mare la gigantesca chiatta "Amt Commander"

  • Boato a Pavia di Udine, mistero attorno al fenomeno

  • La tragedia: neonata muore poco dopo essere venuta al mondo

  • Studentessa universitaria trovata morta in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento