Cronaca Centro / Via Ugo Foscolo

Delitto di Remanzacco, Talpis accusato di omicidio con le aggravanti

Il muratore moldavo, secondo la ricostruzione dell'accusa, sarebbe stato regolarmente protagonista di maltrattamenti in famiglia. Le sue vessazioni sarebbero state all'ordine del giorno

Omicidio, tentativo di omicidio, porto del coltello e maltrattamenti in famiglia. Sono queste le accuse formulate al termine delle indagini dal pm Elisa Calligaris nei confronti di Andrei Talpis, il muratore moldavo di 49 anni che all'alba del 26 novembre scorso uccise il figlio Ion e ferì la moglie a coltellate nella loro abitazione di Remanzacco.

Secono la ricostruzione dell'accusa quella notte Talpis sarebbe rientrato a casa all'alba ubriaco e avrebbe avuto bisticciato con la moglie, Elisaveta. Al culmine della lite l'avrebbe colpita all'addome con un lungo coltello da cucina con l'intenzione di ucciderla. L'imputazione del reato di omicidio è aggravata dal contesto dei maltrattamenti in famiglia.  Le vessazioni ai danni della moglie e dell'altra figlia, che il giorno della tragedia era in Moldavia, sarebbero state all'ordine del giorno. Ion sarebbe intervenuto a difesa della madre, ma era stato colpito anche lui, da due coltellate, una all'addome e una, mortale, al cuore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delitto di Remanzacco, Talpis accusato di omicidio con le aggravanti

UdineToday è in caricamento