Uccise la moglie a coltellate: verrà giudicato con rito abbreviato

Nel giugno del 2013, a San giovanni al Natisone, l'allora 36 enne L.H. ferì a morte la moglie davanti alle figlie

Uccise la moglie - di 32 anni - al culmine di una lite il 18 giugno del 2013, inferendole numerose coltellate davanti alle due figlie minorenni. Ieri il Gup del Tribunale di Udine, Roberto Venditti, ha disposto la richiesta di rito abbreviato con il quale sarà giudicato il 37 enne L. H.

Il fatto si verificò nell'abitazione della famiglia, a San Giovanni al Natisone. L'uomo aveva confessato subito l'omicidio, precisando che si trattava di un delitto maturato in un clima di costanti tensioni tra i due coniugi.

L. H. è assistito dall' avvocato Daniele Sussman - del foro di Milano - , che ha presentato la richiesta di rito abbrevviato condizionato all'audizione come testimone della madre, che abitava vicino alla coppia e che dovrebbe ricostruire i rapporti tra i coniugi. All'udienza si sono costituiti parte civile - con gli avvocati Enrica Lucchin e Valentino Tornaboni - i parenti della vittima: i genitori, un fratello, una sorella e le due bimbe - di 11 e 9 anni - che ora vivono con la zia in provincia di Roma. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I locali udinesi da "birra e panino": ecco la nostra selezione

  • Cadavere in mare a Portopiccolo, è quello dell'udinese scomparsa da casa

  • Mamma e figlia mollano tutto, si diplomano insieme e aprono un locale

  • In onda stasera su Rai1 il film di Oleotto girato a Udine

  • Denudati e perquisiti al gelo: l'incubo durante il tour europeo di due musicisti friulani

  • Muore a soli 43 anni un ispettore capo della Polizia locale

Torna su
UdineToday è in caricamento