menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uccisa dall'ex findanzato: si valuta un ricorso contro la sorella dell'assassino

La nonna materna di Lisa Puzzoli, la ragazza ammazzata a coltellate da Vincenzo Manduca a Villaorba di Basiliano, valuta un ricorso contro la sorella dell'uomo, assolta dall'accusa di sottrazione di minore

La nonna materna della figlia di Lisa Puzzoli - la ragazza di Villaorba di Basiliano uccisa dall'ex compagno Vincenzo Manduca - e tutrice della piccola, sta valutando con il suo legale, l'avvocato Enrica Lucchin, l'ipotesi di presentare un ricorso per Cassazione e chiedere la celebrazione di un nuovo processo d'appello contro l'assoluzione in appello di Viviana Manduca, sorella dell'assassino, dall'accusa di tentata sottrazione di minore.

L'episodio risale al primo settembre del 2012, quando la bambina venne chiusa nell'auto del padre per un paio d'ore, in braccio alla zia Viviana, sotto la casa della mamma, prima dell'arrivo dei carabinieri. In primo grado, davanti al Gup di Udine, la zia era stata condannata a 10 mesi e 20 giorni e a risarcire duemila euro di danni alla bambina, costituitasi parte civile. Ma in secondo grado non c’è stata alcuna notifica alla parte - secondo quanto dichiarato dalla legale -, e la nonna ha saputo dell'assoluzione solo attraverso gli organi di informazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento