menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lisa Puzzoli

Lisa Puzzoli

Omicidio Puzzoli, Manduca: "Non ho mai toccato Lisa con un dito"

L'uomo ha iniziato a raccontare ieri, di fronte ai giudici del tribunale di Udine, del suo rapporto con la giovane di Villaorba di Basiliano

"Non l'ho mai toccata con un dito. Semmai era il contrario, anche per delle stupidaggini". E' così che Vincenzo Manduca, il macellaio di Santa Sofia di Forlì accusato di aver ucciso il 7 dicembre 2012 l'ex fidanzata Lisa Puzzoli sull'uscio della sua casa di Villaorba di Basiliano, ha cominciato a raccontare ieri pomeriggio le sue verità sul rapporto con la giovane, con cui ha avuto anche una bambina.

 Ha raccontato i momenti felici della loro convivenza in casa dei suoi genitori, in Romagna, inframmezzati da discussioni nate per gelosia, per presunti tradimenti della ragazza. "Non ho mai vietato - ha detto l'imputato - a Lisa di comunicare. Aveva computer, telefoni e anche la mia macchina". Manduca ha spiegato di aver preteso solo che lei interrompesse i contatti con un ragazzo con cui pensava avesse avuto una storia.

Ha raccontato del loro tentativo di avere un figlio: "Le ho detto se tu mi ami facciamo un figlio. Questo pegno d'amore che le ho chiesto forse è la stupidaggine più grande che ho fatto", ha aggiunto, raccontando la gioia alla scoperta della gravidanza di Lisa quando la loro storia era ormai finita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento