rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca Lignano Sabbiadoro / Via Annia

Omicidio Lignano: possibile estradizione in Italia per Reiver

Si apre uno spiraglio per l'invio in Italia del giovane cubano, arrestato dalla polizia del suo paese. La situazione giuridica però non è chiara. Gli sviluppi della vicenda dipenderanno dagli accordi diplomatici tra i due paesi

La Procura di Udine ha ricevuto ieri la notizia ufficiale dell'arresto a Cuba di Reiver Laborde Rico, indagato insieme alla sorella Lisandra per l'omicidio dei coniugi Burgato. 

Lo ha comunicato oggi il Procuratore capo Antonio Biancardi attraverso una nota ufficiale: ''Si provvederà ben entro i tre mesi indicati dall'autorità cubana a fornire la richiesta documentazione avvalendoci dei servizi di cooperazione internazionale di polizia''

Sembra che, secondo le voci circolate negli ultimi giorni, infatti, questa vicenda avrebbe messo in un certo “imbarazzo” il governo cubano che sarebbe disponibile a trovare un accordo affinchè il giovane venga estradato in Italia, evitando così una sorta di danno d’immagine.

Ma a questo punto entrano in gioco gli elementi sfavorevoli del diritto internazionale, che in questo caso è disiplinato dagli accordi tra gli stati. L’unico trattato firmato in materia da Italia e Cuba, datato 1928, non ammette infatti l’estradizione di un proprio cittadino. Durante gli anni ‘60, inoltre, il documento sarebbe stato annullato assieme a quelli sottoscritti dal governo cubano con altri paesi stranieri ( a causa della "revolucion", che ha modificato l'ordinamento del paese). 

Un problema che potrebbe essere aggirato dall’azione diplomatica, a patto che il governo cubano sia davvero interessato a lasciare il 24enne nelle mani degli inquirenti italiani. 

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Lignano: possibile estradizione in Italia per Reiver

UdineToday è in caricamento