rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca Lignano Sabbiadoro / Via Annia

Omicidio di Lignano: Reiver confessa tutto, però non ha agito da solo

Il giovane cubano ha risposto senza reticenza alle domande degli investigatori, ma rispetto a quanto dichiarato dalla sorella ha smentito di essere stato il solo fra i due a impartire le coltellate ai coniugi Burgato

Reiver Laborde Rico, nell'interrogatorio, ha ricostruito tutti i contorni del duplice omicidio dei coniugi Burgato a Lignano, dalla preparazione della rapina, confermata dal giovane come movente, fino alla fuga.

Avrebbe anche indicato il posto dove ha abbandonato lo zaino con i vestiti e i coltelli, ma ha escluso il coinvolgimento di altre persone. L'interrogatorio è stato coordinato da un magistrato cubano alla presenza degli investigatori italiani, che hanno posto i quesiti predisposti in accordo con il pubblico ministero Claudia Danelon.

Reiver ha risposto a tutte le domande senza alcuna reticenza, ma avrebbe fornito una versione leggermente contrastante con quella della sorella Lisandra, che gli attribuiva  tutta la responsabilità materiale delle coltellate.

L’interrogatorio è stato videoregistrato. Il commento del Procuratore Antonio Biancardi: "ci attendiamo risultati ottimi dalla missione, gli inquirenti sono pienamente consapevoli dell’importanza della missione e conoscono bene tutti i fatti."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Lignano: Reiver confessa tutto, però non ha agito da solo

UdineToday è in caricamento