Delitto Feltrin: per la Corte d'Assise d'Appello fu "omicidio volontario"

Fiorella Fior, che la notte tra il 10 e l'11 febbraio 2012 uccise il compagno Carlo Feltrin ha visto raddoppiare la precedente condanna, dove era stata giudicata responsabile per "eccesso di legittima difesa"

Non si trattò di “eccesso di legittima difesa”, come inizialmente stabilito, ma di omicidio volontario. La Corte d’Assise d’Appello di Trieste ha così “ribaltato” la sentenza di condanna nei confronti di Fiorella Fior, che nella notte tra il 10 e l’11 febbraio 2012 uccise con una coltellata il suo compagno Carlo Feltrin - di 46 anni - al termine dell’ennesimo litigio scoppiato nell’appartamento di lei in via Val Meduna, in zona Villaggio del Sole. La Fior dovrà scontare nove anni di carcere, vedendo più che raddoppiata la precedente condanna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

Torna su
UdineToday è in caricamento