menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri all'esterno dell'abitazione

I carabinieri all'esterno dell'abitazione

Omicidio di Aquileia, il racconto dell'infermiera che ha tentato di salvare Marinella

La dirimpettaia della vittima fa l'infermiera e ha tentato di tenerla in vita, nonostante la grave ferita rimediata

“Ho sentito urlare, sono uscita e mi è venuto d’istino soccorrerla. Ci conosciamo da una vita”. È così che Elenza Vanzo, infermiera e vicina di casa di Marinella Maurel in corso Gramsci, racconta ai microfoni di Udinese Tv la tragedia che Aquileia ha vissuto ieri sera, con l’omicidio della donna da parte del marito, Livio Duca. “Abbiamo sentito gridare – racconta Egidio Colpe, atro vicino – l’infermiera ha avuto coraggio. Livio era tuto insanguinato. Io mi sono accorto della cosa grazie a mio nipote, che ha sentito le urla e mi ha avvisato. È la seconda tragedia che vive quell’uomo. Suo padre si impiccò”.

I dettagli della tragedia

Il fatto

Marinella Maurel, di 66 anni, è morta in seguito alle ferite causategli dal marito che l'ha colpita con una coltellata. La donna è deceduta in ospedale, dove era stata trasportata nel tardo pomeriggio, in gravissime condizioni. L'uomo ha aggredito la moglie al culmine di una lite familiare, avvenuta nel giardino della loro abitazione. Livio Duca, che è stato arrestato, dovrà rispondere di omicidio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quasi 700 contagi e 22 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento