Cronaca

Obbligo vaccinale per gli operatori sanitari o demansionamento, la proposta del deputato Novelli

Per il deputato di Forza Italia, Roberto Novelli, per garantire la massima sicurezza ed il ritorno alla normalità è necessario introdurre l'obbligo vaccinale per gli operatori sanitari e socio sanitari.

Roberto Novelli

"I numeri forniti dall’ISS sull’incidenza dei contagi tra gli operatori sanitari ci dicono chiaramente che la campagna di vaccinazione incide positivamente sul numero dei contagi. La conferma che ad oggi la vaccinazione è il principale argine contro la diffusione del virus e la via maestra perché si possa al più presto tornare alla normalità. Quel che chiedono tutti i cittadini e le imprese economiche alle prese con una crisi devastante". 

Lo scrive in una nota Roberto Novelli, deputato di Forza Italia e componente della commissione Affari sociali della Camera

"Chi oggi dice no al vaccino non solo ostacola questo percorso ma mette a repentaglio la vita altrui. Una scelta irresponsabile, tanto più se fatta da chi ha scelto di indossare un camice e prestare servizio nelle strutture sanitarie o nelle case di riposo. La percentuale di obiettori in questa categoria di lavoratori è bassa, ma si tratta pur sempre di migliaia di persone il cui comportamento non può essere derubricato a esercizio di libera scelta. Da qui la necessità di introdurre l’obbligo vaccinale almeno per gli operatori sanitari e socio-sanitari, avanzata da più parti, compresa da Forza Italia al Senato. In alcune regioni la strada del demansionamento di chi lavora in queste strutture è stata già intrapresa, varare una norma nazionale, tra l’altro, risolverebbe in parte la questione dello scudo penale, rischio ingiusto che pende sulle teste dei vaccinatori"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Obbligo vaccinale per gli operatori sanitari o demansionamento, la proposta del deputato Novelli

UdineToday è in caricamento