Cronaca

Una raccolta fondi per i mici dell'Oasi felina di Cercivento

Dopo il rogo che il 28 gennaio scorso distrusse la struttura, oggi l'associazione lancia una raccolta fondi attraverso i social per ripartire e ridare ai felini un luogo sicuro dove stare

Oasi Felina Cercivento

"Dopo aver perso la nostra struttura di accoglienza nell'incendio del 28 gennaio, e dopo la pausa forzata imposta dal lockdown causato dall'epidemia di coronavirus, ci troviamo ora nella necessità di rendere di nuovo operativa la nostra Oasi".

Così, l'Oasi felina di Cercivento, lancia un appello attraverso il proprio sito e pagina social, dando il via ad una raccolta fondi per la ripartenza del centro. La necessità è quella di poter continuare a prendersi cura degli "ospiti felini" nel modo migliore.

"Senza una struttura per le degenze siamo impossibilitati ad aiutare altri gatti. Anche i nostri mici Fiv positivi non possono rientrare dal loro stallo, perchè al momento non esiste un luogo adatto a loro, che deve essere necessariamente isolato dagli altri ospiti per motivi sanitari".

La raccolta fondi

I  fondi raccolti, raccontano, serviranno alla realizzazione di una struttura coibentata con un recinto esterno atta ad ospitare i mici affetti da aids felino con relativo allacciamento alla corrente elettrica utile mper l'igienizzazione, il riscladamento e l'illuminazione.

48716100_1591804613948921_r-2

La raccolta fondi coprirà anche lavori collaterali come il disbosco della porzione di terreno che ispiterà la nuova oasi e lo scavo per le utenze idriche ed elettriche.

"Oltre alla cifra che vorremmo raccogliere, utilizzeremo in questo contesto anche le donazioni post-incendio che non sono state utilizzate per cibo e spese veterinarie nel frattempo. I lavori saranno documentati passo passo "

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una raccolta fondi per i mici dell'Oasi felina di Cercivento

UdineToday è in caricamento