Un milione di euro per rimettere a nuovo le strade della città

Il Comune interverrà su viale Trieste, viale XXIII Marzo, via Cividale, viale Tricesimo e viale Venezia. Via libera anche al posizionamento di quattro dissuasori della velocità in via Laipacco

Viale Trieste

Oltre 1,1 milioni di euro per riqualificare e mettere in sicurezza gli assi viari più importanti della città. Nella seduta di questa settimana la giunta comunale ha approvato, su proposta dell'assessore alla Mobilità, Enrico Pizza, un nuovo maxi piano di riatto di alcune tra le principali strade di scorrimento di Udine.

L'amministrazione comunale investirà complessivamente 1 milione e 120 mila euro per intervenire su viale Trieste, viale XXIII Marzo, via Cividale, viale Tricesimo e viale Venezia.

“Sono stati anni durissimi per le amministrazioni comunali sottoposte ai vincoli del patto di stabilità – sottolinea l'assessore Pizza –. Finalmente possiamo ricominciare a investire per riqualificare la nostra città. Da mesi stiamo rimettendo in corsa la macchina dei lavori pubblici per far ripartire opere che hanno poi un impatto positivo anche sull’economia soprattutto in termini di lavoro”.

GLI INTERVENTI. Il progetto definitivo delle opere, elaborato dal servizio Mobilità del Comune, prevede in particolare l'asfaltatura completa di entrambe le carreggiate di viale Trieste e viale XXIII Marzo. In via Cividale sarà rifatto l'asfalto del tratto tra piazzale Oberdan e via Fruch, mentre in viale Tricesimo si interverrà sul lungo tratto compreso tra via Feletto e il piazzale Donatori del Sangue, dopo il Terminal Nord.

Viale Venezia, già riasfaltato in più sessioni di interventi, l'ultima nel 2014, sarà oggetto di una serie di opere di messa insicurezza nel tratto tra via Birago e viale Firenze. I lavori in questo caso porteranno a inibire la svolta a sinistra, una manovra che negli anni ha causato numerosi incidenti, spesso anche gravi. Come già avviene in altri tratti del viale anche qui diventerà obbligatorio utilizzare il controviale per effettuare la svolta a sinistra.

“È un intervento particolarmente richiesto dagli stessi residenti del quartiere – sottolinea l'assessore Pizza –. Utilizzando il controviale e regolando la svolta a sinistra con il semaforo il rischio di collisioni  sarà contenuto al massimo. Verrà inoltre realizzato un nuovo passaggio pedonale per raggiungere da San Rocco la chiesa di San Giuseppe”. Gli interventi inizieranno in primavera e l’obiettivo è poterli portare a termine sfruttando il periodo di chiusura delle scuole per creare i minori disagi possibili al traffico.

Sempre riguardo a interventi di sicurezza stradale la giunta comunale ha dato anche il via libera al posizionamento di quattro dissuasori della velocità in via Laipacco, attraversata da traffico pesante e più volte al centro di segnalazioni, da parte dei cittadini, relativamente all'eccessiva velocità dei veicoli in transito. “Da dicembre 2011 a oggi il Comune ha ricevuto tantissime richieste da parte dei residenti – spiega Pizza – e non a caso questo intervento rientra anche nel programma elettorale. Voglio ricordare a questo proposito il sostegno alla proposta del consigliere delegato di quartiere, Matteo Mansi. Considerando che al momento i dossi rappresentano lo strumento di moderazione della velocità più efficace a disposizione abbiamo deciso di procedere utilizzando i fondi a bilancio per gli interventi di sicurezza stradale”. I quattro dissuasori saranno posizionati all'altezza del monumento ai caduti e dei civici 77, 127 e 315.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Udine usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

  • Schianto fatale lungo la regionale 356, perde la vita un motociclista

  • Incidente mortale a Faedis, la vittima è il 56enne Michele Cabas

Torna su
UdineToday è in caricamento