menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I tre componenti della banda

I tre componenti della banda

Furti in provincia: altri reati imputati agli arrestati di Fagagna

A fine novembre i carabinieri fermarono una banda dopo aver colpito un rustico nella zona collinare. Passa il tempo e al terzetto si riconducono sempre più episodi criminosi

Altri cinque furti, consumati o tentati, messi a segno su auto o in abitazioni della provincia friulana tra fine settembre e novembre, sono stati attribuiti dai Carabinieri della Compagnia di Udine alla banda di tre ladri arrestati in flagranza il 27 novembre, al termine di un tentativo di furto in un rustico restaurato a Fagagna. I militari dell'Arma avevano seguito il terzetto, un ex pizzaiolo di origini campane, di 42 anni, e due nomadi udinesi di 31 e 47 anni, mentre compivano i loro giri di ricognizione prima di tentare il colpo e dopo essersi presentati alla stazione carabinieri di Feletto, dove il primo era soggetto a obbligo di firma per fatti antecedenti.

L'operazione ha consentito di recuperare diversa refurtiva che comprendeva anche orologi di pregio e monete in argento dell'Australia. Grazie ai successivi accertamenti messi in campo, i militari dell'arma hanno attribuito al terzetto altri cinque colpi avvenuti a Pagnacco, Porpetto, Martignacco, Gemona e Tricesimo. Il bottino più consistente era stato raccolto in un'abitazione di Porpetto, dove i ladri avevano rubato due orologi e altri monili per un valore di circa 4.500 euro.

Sulla base delle risultanze investigative, il gip ha disposto nei confronti dei tre una nuova ordinanza di custodia cautelare, notificata sabato in carcere. Le indagini dei carabinieri proseguono per verificare se si possano attribuire alla banda altri colpi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento