rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
trasporto pubblico locale

Trasporto pubblico: ecco le nuove tariffe in vigore dal 1° gennaio 2022

Cambiano le tariffe degli autobus e degli abbonamenti in regione: novità già da domani ma anche dal primo luglio

Per Graziano Pizzimenti, assessore regionale ai trasporti, “sarà una vera rivoluzione tariffaria che potrà cambiare le abitudini di trasporto dei cittadini favorendo l’utilizzo dei mezzi pubblici sia su gomma che su ferro". L'assessore si riferisce al nuovo piano tariffari del trasporto pubblico locale e regionale. "La finalità è quella di rendere maggiormente attrattivo il sistema del trasporto pubblico locale nell’utilizzo quotidiano o occasionale, semplificando ed unificando, a vantaggio dei viaggiatori, il sistema tariffario in chiave regionale ed introducendo nuove tariffe, nuovi titoli di viaggio o agevolazioni, con particolare riguardo ai nuclei familiari, ai giovani e alle categorie fragili”.

Con l’introduzione di titoli di viaggio e abbonamenti utilizzabili su tutta la rete dei servizi automobilistici di Tpl in regione "viene data concreta evidenza e sostanza alla presenza di un gestore unico ed un unico servizio Tpl gomma/marittimo a livello regionale". Si darà, quindi, avvio ad una prima fase sperimentale di integrazione tariffaria gomma-ferro, "che sarà ampliata e ulteriormente articolata nei prossimi anni anche nel contesto del nuovo affidamento Trenitalia 2022-2031”.

Le novità

Alcuni cambiamenti entreranno in vigore già da domani, 1 gennaio 2022, altri dal 1 luglio 2022. Le principali novità dal 1 gennaio riguardano l’unificazione dei biglietti urbani di corsa semplice sul territorio regionale, i nuovi biglietti urbani pluricorsa, una nuova tariffa urbana per i biglietti giornalieri (da 4,60 euro a 3 euro), l’unificazione sul territorio regionale degli abbonamenti urbani quindicinale, mensile, semestrale, annuale, con allineamento al valore più basso oggi applicato; il nuovo abbonamento urbano semestrale a una linea o sull’intera rete; il nuovo abbonamento extra urbano semestrale a una linea o intera rete; la conferma dello sconto del 50% sull’abbonamento scolastico ai residenti in Fvg.

Biglietti

Il biglietto base "orario zona una tratta" (che costa 1,35 euro) diventa biglietto "orario a 60 minuti". Il nuovo biglietto giornaliero passa da 4,60 a 3 euro e da luglio sarà utilizzabile indifferentemente su tutte le reti urbane. Viene introdotto il nuovo biglietto orario 75 minuti al costo di 1,65 euro. Il biglietto orario per 10 corse (ma non valido per Trieste) che costa 12 euro diventa biglietto orario pluricorsa valido 60 minuti a 12,15 euro. Gli abbonamenti quindicinali vengono ridotti a due tipologie: a una linea 19,10 euro, all'intera rete 22,25. Il mensile per una sola linea costa 28,50 euro, per l'intera rete 35,20.

Da luglio

I biglietti urbani si potranno usare indifferentemente su tutte le reti della regione e con l'abbonamento urbano "intera rete regionale" si potrà accedere a tutti i servizi del Friuli Venezia Giulia: ad esempio con l'abbonamento mensile urbano acquistato a Trieste (35,20 euro) si potrà viaggiare anche a Gorizia, Udine e Pordenone. Con la Formula Famiglia, sugli abbonamenti aventi lo stesso periodo di validità acquistati da componenti di uno stesso nucleo familiare, sarà applicato uno sconto del 20% sul secondo abbonamento, del 50% sul terzo abbonamento, del 70% dal quarto abbonamento in poi. La Card Under 26 darà diritto all'acquisto di abbonamenti e biglietti per i mesi di luglio e agosto scontati del 30% o all'acquisto di abbonamenti personali e biglietti con sconto del 30% ai clienti con uno storico di abbonamenti acquistati con validità di almeno 240 giorni all'anno nei cinque anni precedenti. Entrerà poi in vigore la tariffa integrata regionale gomma rotaia.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico: ecco le nuove tariffe in vigore dal 1° gennaio 2022

UdineToday è in caricamento