rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
La notte dei lettori

"Non abbiamo escluso nessuno", la replica della direzione artistica de La Notte dei Lettori

Paolo Medeossi e Martina Delpiccolo rispondono a Umberto Marin di Time for Africa che lamenta di non essere stato coinvolto nella manifestazione che avrà il suo momento clou il prossimo fine settimana

«Non abbiamo escluso nessuno». I direttori artistici de "La notte dei lettori"  Martina Delpiccolo – critica letteraria – e Paolo Medeossi – ex cronista del Messaggero Veneto, ora in pensione –, reagiscono così a quanto scritto ieri da Anna Dazzan sul nostro giornale nell'articolo "Nessuno ci ha più considerati": la Biblioteca dell'Africa contro la Notte dei Lettori. La collega ha testimoniato le lamentele di Umberto Marin, presidente dell'associazione culturale Time For Africa, deluso dall'esclusione della Biblioteca dell'Africa dal programma de La Notte dei Lettori. Medeossi, vista la sua esperienza pluriennale nel settore che pratichiamo, ha tenuto a far sapere a Dazzan che sarebbe stato doveroso – non solo corretto – sentire lui (o la sodale Delpiccolo) per una replica immediata, senza attendere di essere contattata (come poi si è verificato) per la versione della direzione artistica di coppia. Valutazione inappuntabile e di conseguenza, sperando che la lacuna professionale possa essere sanata senza alcuno strascico, pubblichiamo la loro versione dei fatti provando a fare, come è stato illustrato con solerzia a Dazzan, il lavoro del giornalista secondo manuale. Lo stesso mestiere, oltre a questo, prevede anche (e soprattutto) di raccontare dei fatti, spiegando ai cittadini quanto è stato investito per il progetto in questione e di quanto sono aumentati i costi con la direzione artistica odierna. A suo tempo non lo abbiamo fatto noi come testata (ahimè, la strada per la maturazione professionale è ancora lunga e tortuosa), ma ci ha pensato il puntuale Gianfranco Leonarduzzi, sul suo blog, lo scorso 26 aprile, da cui pubblichiamo un estratto. 

"Martina Delpiccolo da Cervignano è, per la seconda volta, il direttore artistico della manifestazione “La notte dei Lettori” (...). Il costo della sola direzione artistica è di 15mila euro. Altri 1.800 euro vanno al giornalista Paolo Medeossi per il supporto. La Regione ha concesso un contributo di 25mila euro e altri 20mila li integra il Comune di Udine. Totale 45mila euro. A titolo informativo, fino al 2018 l’organizzazione era a carico di Mauro Daltin, che godeva di un minuscolo contributo di 12 mila euro comprensivi delle spese per gli artisti. Per l’edizione 2022, su 25mila euro assegnati dalla Regione,16.800 vanno alla direzione e al supporto artistico". "Costi – secondo quanto riportato da Leonarduzzi – due volte superiori rispetto a quello che l'assessore precedente (rispetto all'attuale Fabrizio Cigolot) Federico Pirone impegnava negli anni scorsi per l’organizzazione complessiva della manifestazione".

La replica di Delpiccolo e Medeossi

«Nei nostri due anni di impegno tra il 2021 e il 2022 abbiamo ampliato il programma, arricchendo moltissimo il numero delle realtà coinvolte e accogliendo tutte le proposte che ci sono arrivate dai Comuni, dalle biblioteche, dalle istituzioni, dalle librerie, dalle associazioni, partendo già dalla fase dell’anteprima intitolata “Aspettando… La Notte dei Lettori” per arrivare poi al festival vero e proprio. Non abbiamo escluso nessuno. Escludere significa non dare spazio a una delle proposte pervenuteci. Nel caso in questione, riguardante la Biblioteca dell’Africa dell’Associazione culturale Time for Africa, nessuno ci ha comunicato l’incontro, in programma venerdì 10 giugno, pur essendo ben evidenziati tutti i nostri indirizzi, mail e contatti, a partire dal sito de La Notte dei Lettori. Il responsabile della Biblioteca dell’Africa già un anno fa, dopo un’edizione della Notte svoltasi in luglio e quindi in condizioni diverse dalle solite per l’emergenza Covid, avrebbe potuto contattarci e comunicare la volontà di partecipare oppure rivolgersi alla Biblioteca Joppi che ha fatto da punto di riferimento, preciso e costante in questi mesi. Avremmo accolto senza alcun problema e con piacere la sua iniziativa come abbiamo fatto con le altre. Il metodo di lavoro seguito da questa direzione artistica è sempre stato quello della partecipazione condivisa e non dirigistica al festival, per esprimere le varie anime della città in ogni sua espressione. Lo spirito che ci guida, in sintonia con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Udine che organizza nel concreto il festival, è proprio questo. E dunque ci dispiace non avere in locandina l’evento segnalatoci solo ora attraverso la stampa».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non abbiamo escluso nessuno", la replica della direzione artistica de La Notte dei Lettori

UdineToday è in caricamento