menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Notte bianca, il Comune di Udine ai commercianti: "Ascoltiamo nuove idee"

L'assessore Venanzi: “Chiediamo a tutte le attività commerciali di proporre nuove iniziative con cui animare gli spazi esterni, per la prima volta messi a disposizione gratuitamente dall'amministrazione”

Fare della Notte Bianca una grande “Giornata dello shopping”, offrendo un ricco e variegato programma di eventi e iniziative capaci di dare alle attività commerciali il ruolo di protagoniste della manifestazione. Per la nona edizione della “White Night” udinese, in programma sabato 4 luglio, il Comune di Udine punta a inaugurare un nuovo modello di organizzazione dell'evento, basato su una più stretta collaborazione e su una partecipazione più attiva da parte degli esercizi commerciali, che per la prima volta potranno uscire all'esterno dei negozi per proporre le proprie iniziative e attività, utilizzando spazi messi gratuitamente a disposizione dall'amministrazione comunale.

“Chiediamo a tutte le attività commerciali di uscire in strada e mostrare le loro attività proponendo anche iniziative di animazione, magari cercando sinergie e collaborazioni, capaci di attrarre pubblico – sottolinea l'assessore alle Attività produttive e turistiche, Alessandro Venanzi –. Da parte sua l'amministrazione comunale contribuirà ad arricchire il palinsesto con proposte culturali e supporterà l'evento agendo da facilitatore per i singoli operatori attraverso uno snellimento burocratico per l'ottenimento dei vari permessi e offrendo la gratuità degli spazi per attività promozionali e di animazione, una riduzione per quelle strettamente commerciali, la promozione dell'evento e la deroga oraria al rumore fino alle 2 di notte. Vogliamo cambiare l’approccio alla Notte Bianca perché crediamo che debba tornare a essere un evento traino all’inizio dei saldi”.

Gli esercizi commerciali hanno tempo fino al 12 giugno per presentare, attraverso appositi moduli che sono stati loro recapitati tramite le associazioni di categoria e disponibili anche sul sito www.comune.udine.it, le proposte per le quali richiedono l'occupazione gratuita di suolo pubblico. Successivamente toccherà agli uffici comunali valutare la pertinenza dei progetti presentati e rilasciare l’occupazione.

Il Comune punta a proporre, di concerto con Confcommercio, Confartigianato, Confesercenti, CNA e associazione UdineIdea, una vera e propria “Giornata dello Shopping”, che si svolgerà per la prima volta di sabato, in coincidenza con l'inizio dei saldi in tutta la regione e molti altri eventi previsti in città. Accanto alla tradizionale K2 Ciclostorica che occuperà l'area di piazza Duomo con i suoi stand e il pubblico di sportivi “vintage” appassionati di cicli d'altri tempi, sono previsti anche due concerti del cartellone di Udine Jazz in castello e in corte Morpurgo. Altre iniziative sono in programma inoltre in città nel corso di tutto il fine settimana, in particolare “La conoscenza in festa”, nuovo evento dell'università di Udine che animerà le principali piazze del centro storico e l'ex chiesa di San Francesco. “Lo scopo è quello di coinvolgere e stimolare una partecipazione più ampia possibile – spiega Venanzi – nell'intento di valorizzare il negozi, botteghe, attività, spazi e palazzi collocati nel contesto urbano cittadino”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento