Cronaca

Caso Net, gli esponenti DEM: "Fontanini si confronti con i sindaci di tutti i colori politici"

Net spa ancora allo sbando dopo le dimissioni del neoassunto direttore generale. Sono gli stessi esponenti DEM a chiedere al Sindaco Fontanini un confronto aperto con tutti i sindaci per la risoluzione della situazione, mentre lo stesso primo cittadino udinese ha annunciato di cercare un tecnico di alto profilo per guidare la società di rifiuti

“Il sindaco di Udine si decida a uscire dalle chiuse stanze di palazzo d’Aronco e dalle logiche spartitorie che hanno guidato finora le scelte della maggioranza udinese: ora si confronti veramente con tutti i sindaci del Friuli, anche quelli che non sono della sua parte politica, per condividere un percorso che metta in sicurezza uno dei pochi asset industriali pubblici rilevanti rimasti sul territorio”.

E’ la richiesta dei vertici provinciale di Udine e cittadino del Partito democratico, Roberto Pascolat e Vincenzo Martines, dopo che il sindaco di Udine Pietro Fontanini ha annunciato di voler porre un tecnico di alto profilo alla guida di Net S.p.A. società pubblica che gestisce i rifiuti urbani per circa 90 comuni della provincia di Udine.

La vicenda

La richiesta arriva a margine delle vicende che stanno interessando l'azienda di raccolta rifiuti in questi giorni. Dopo le dimissioni del presidente della Net per le note vicende giudiziarie, ad abbandonare la nave, dopo pochi giorni di servizio, anche il neo direttore generale, con disagi soprattutto per i cittadini.

Un disastro che per il momento non trova soluzione.
“Legittimo chiedere a Fontanini perché ha dovuto arrivare a questo punto – aggiungono i due esponenti dem - per proporre una scelta che dovrebbe essere naturale. Ovviamente verificheremo se alle parole seguiranno i fatti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Net, gli esponenti DEM: "Fontanini si confronti con i sindaci di tutti i colori politici"

UdineToday è in caricamento