Due giovani imprenditori friulani fanno conoscere al mondo il Made in Italy

Con il loro nuovo progetto imprenditoriale Luca Coceancigh e Nicola Beltrame vogliono esportare il meglio di quanto prodotto nel nostro paese in tema di abbigliamento

Nessenstrange, questo il nome del nuovo progetto portato avanti da due giovani imprenditori friulani, nati e cresciuti nel piccolo comune di Povoletto e che ora vogliono portare capi di abbigliamento e accessori Made in Italy in giro per il mondo.

La loro storia

Luca Coceancigh e Nicola Beltrame, entrambi classe '93, si conoscono dai primi anni di vita, ma dopo le scuole superiori scelgono due strade diverse: Nicola rimane fedele al suo territorio, iniziando a lavorare come addetto al controllo qualità per un marchio di abiti di sposo di classe, mentre Luca, in cerca di opportunità diverse, prende l'areo e vola in Canada per studiare e lavorare. Dopo un anno di lavoro nell'azienda di famiglia, decide infatti di stare dall'altra parte del mondo alla ricerca di nuove opportunità. Qui studia e fa i lavori più disparati, dal cameriere al manager di un ristorante italiano a Toronto. In quattro anni vissuti in Canada, ha girato un bel po' il Sud America e l'America, conoscendo e allacciando nuove relazioni. Poi però la decisione di licenziarsi, perché "14-16 ore al giorno non fanno bene a nessuno". Decide quindi di ritornare in patria, dove trova di nuovo Nicola. Con lui decide quindi di collaborare a questo nuovo obiettivo condiviso, che già balenava nella testa dell'amico che, appena finito di lavorare, tornava a casa e fino a notte inoltrata si dedicava a creare nuovi abiti. L'idea di base è semplice: esportare un prodotto di qualità Made in Italy in tutto il mondo.

L'idea imprenditoriale

L'idea di iniziare a disegnare e produrre da soli braccialetti, magliette e catene per pantaloni nasce dalla voglia di creare qualcosa di personale, unico e pure strano, fuori dagli schemi. Nessenstrange nasce quindi a febbraio scorso, e si basa sulla qualità dei materiali, alla quale i due tengono sopra ogni cosa. Tutto parte dalla creatività e dall'abilità di Nicola, che con la sua tavoletta grafica disegna quelle che sono le sue idee in fatto di moda. Dai bozzetti si passa allo studio modellistico e alla creazione dei primi prototipi su cui poi si fanno tutti i test necessari per lavaggio e tenuta. Successivamente si mandano in produzione i capi nei vari laboratori in Veneto (gli stessi laboratori di molti marchi famosi di alta moda italiana) dove viene garantito uno standard qualitativo molto alto e, una volta confezionati, nel laboratorio di proprietà di Luca e Nicola vengono effettuate le ultime lavorazioni, come l'applicazione di borchie.

La voglia di mettersi in gioco

"Siamo partiti con i nostri risparmi – commentano i ragazzi –, e ora vogliamo espandere la nostra collezione anche alla vendita di jeans". Per ora i giovani imprenditori vendono solo online, ma vorrebbero arrivare a piccole boutique. Non solo in Friuli, ma in tutto il mondo. "I prezzi alti dei nostri prodotti sono dati dall'alta qualità, soprattutto del cotone che utilizizamo". Canada, Austria, Germania e Italia sono solo alcuni dei paesi che i due hanno scelto per partire. Il loro sogno? "Speriamo che i nostri capi siano indossati da più gente possibile. Vorremmo che il nostro marchio fosse alla pari dei grandi marchi d'alta moda italiana, vendendo però sempre un prodotto di qualità elevata e veramente Made in Italy. E perché no, magari un giorno riuscire ad avere negozi di proprietà Nessenstrange".

Il sito Nessenstrange

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Sono due giovani operai le vittime del grave incidente autostradale

  • Cronaca

    Udine e Tavagnacco i comuni più virtuosi nei confronti dell'ambiente

  • Cronaca

    Prima si spoglia davanti al computer, poi chiede aiuto ai carabinieri

  • Incidenti stradali

    Incidente mortale in autostrada lungo la A4

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in autostrada lungo la A4

  • La serie tv del Mostro di Udine dalla prossima settimana su Sky

  • Dopo le grandi città tursitiche, è Lignano a dotarsi del sistema di self check-in e check-out

  • Rissa fra giovani in piazza Matteotti

  • Camion incastrato nel sottopassaggio di piazzale Cella

  • Sono due giovani operai le vittime del grave incidente autostradale

Torna su
UdineToday è in caricamento