Cronaca

Fiocco rosa all'Ospedale di Latisana, è il terzo dalla "sospensione" del Punto nascita

Una bambina è venuta alla luce mercoledì scorso in una sala parto del nosocomio della Bassa Friulana

Il reparto dell'Ospedale di Latisana è stato sospeso il 17 marzo 2016 ma nelle sue sale parto, sempre comunque tenute in funzione, pulite e disinfettate, si continua a nascere. Mercoledì 19 luglio è stata data alla luce la terza creatura da quella fatidica data, imposta dall'alto nel nome della razionalizzazione. Il primo bimbo è nato poco prima dello scorso Natale, il secondo il 29 maggio, l'altro ieri questa ultima bambina. I vagiti e le urla della madre partoriente sono stati sentiti nelle sale dell'ospedale e la notizia ha fatto il giro del paese giungendo ovviamente subito alle orecchie dell'attivissimo Comitato Nascere a Latisana che a distanza di mesi non si rassegna a quella dismissione e non sembra proprio intenzionato ad abbandonare la causa.  «Sono già tre i neonati venuti alla luce nell'arco di 7 mesi- spiega Renata Zago, portavoce del Comitato -. Questo dato dimostra il bisogno concreto ed urgente che questo territorio ha di riattivare il punto nascita sospeso».

«Siamo felici per questa nuova vita arrivata - prosegue la Zago - , ma pochi mezzi di comunicazione hanno divulgato il fatto, come se fosse normale che una donna partorisca a Latisana. Ricordo - rammenta la portavoce perplessa - che il protocollo prevede che, dopo la nascita, la mamma venga mandata a Palmanova e la bambina a Udine. Un altro escamotage per disincentivare i parti a Latisana. Va detto però -prosegue la portavoce-, che finora il personale si è sempre opposto alla separazione perché è contraria a tutti i principi della pediatria moderna (rooming in)».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiocco rosa all'Ospedale di Latisana, è il terzo dalla "sospensione" del Punto nascita

UdineToday è in caricamento