Cronaca

Cibo mal conservato e norme anti Covid violate, i Nas in un supermercato

E' stata elevata una sanzione di 1.400 euro a danno del titolare dell'esercizio, Operati controlli in tutta Italia

"Locali della struttura tenuti in carenti condizioni igienico strutturali e omesso di indicare il numero massimo consentito di clienti all’interno dell’attività al fine di contenere la diffusione del Covid-19". Per queste ragioni un supermercato di Sedegliano è finito nel mirino dei carabinieri dei Nas. Sono state quindi elevate sanzioni amministrative per un importo complessivo di 1.400 euro a danno del titolare dell'esercizio pubblico. I controlli sono stati eseguiti nell'ambito di un'operazione nazionale, che ha coinvolto 981 esercizi commerciali individuati tra quelli di maggiore afflusso. Rilevatr irregolarità in 173 di essi, pari al 18%, deferendo all’autorità giudiziaria nove responsabili di supermercati e sanzionandone ulteriori 177 con violazioni amministrative per un ammontare di 202 mila euro. Sono state contestate 226 irregolarità, delle quali 39 riconducibili a carenze igieniche per mancata esecuzione delle operazioni di pulizia e sanificazione dei locali e delle attrezzature ad uso comune, l’omessa indicazione delle informazioni agli utenti sulle norme di comportamento e sul rispetto del numero massimo di presenze contemporanee all’interno dei locali e della distanza interpersonale durante gli acquisti e alle casse.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cibo mal conservato e norme anti Covid violate, i Nas in un supermercato

UdineToday è in caricamento