Cronaca

Al via nella città stellata la più grande rievocazione napoleonica italiana

500 rievocatori e 100 sbandieratori, reggimenti di fanteria e a cavallo accampamenti militari e parate

L’accampamento delle truppe è in pieno fermento. Soldati napoleonici, austriaci e italiani si stanno preparando alla grande battaglia dell’assedio (oggi alle 17 e domani alle 15, fuori Porta Cividale). Quasi in 500 rievocatori, provenienti da tutta Europa, daranno al luce al più grande evento rievocativo napoleonico organizzato in Italia.

Il via

“Palma alle armi – 1809 L’assedio” ha preso ufficialmente preso il via con l’inaugurazione ufficiale. Presenti, tra gli altri, l'assessore regionale alla cultura Tiziana Gibelli, il presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin, il sindaco di Palmanova Fracesco Martines, la vicesindaco Adriana Danielis, il consigliere regionale Franco Mattiussi e il sindaco di Aquileia Emanuele Zorino.

La storia

Nel 1809 per la prima volta Palma è cinta d’assedio. “Palma alle Armi 1809 L’Assedio" rievoca questo episodio, quando la fortezza fu bloccata dalle truppe austriache a seguito della ritirata dell’armata franco-italiana verso il Tagliamento e l’Adige. Per un mese, nella primavera di quell’anno, Palma fu bloccata e bombardata fino alla sua liberazione: la fine delle ostilità fu firmata nell’ottobre del 1809. Palmanova entra nella storia e lo spettatore potrà rivivere la vita della guarnigione e delle truppe assedianti in quei giorni febbrili: fanti, cavalieri, artiglieri e civili. La vita di inizio ‘800 tornerà ad animare le vie di Palmanova, tra manovre militari e ronde cittadine. 

L'evento

Due giorni tra battaglie, parate, accampamenti e ristori, fanti e cavalieri, balli alla moda del tempo, giochi e sbandieratori, scontri all’arma bianca, sfilate delle truppe e scontri d’artiglieria. L’area del bastione Garzoni e la cortina nei pressi di Porta Cividale ospiteranno i rievocatori con più di 200 tende, i bivacchi delle truppe, le artiglierie e la locanda storica. Con preciso rigore filologico sarà allestito uno dei più grandi accampamenti militari nella storia delle rievocazioni Napoleoniche in Italia e riproposta la scenografica battaglia. Un percorso didattico accompagnerà nell’arte militare del periodo napoleonico, tra moschetti, artiglierie, armi bianche e addestramenti. Al seguito degli eserciti sarà possibile scoprire la vita degli ufficiali, della truppa, della cavalleria e delle cantiniere. Si potrà ammirare la cucina da campo con la preparazione dei piatti del soldato, la produzione delle cartucce, i doveri dei soldati e i canti dell’epoca, conoscere la vita degli accampamenti intorno ai fuochi di bivacco, al lume di candela, fumando la pipa al suono di pifferi e tamburi.


 
Maggiori informazioni

Il programma completo della manifestazine è consultabile e scaricabile sul sito www.comune.palmanova.ud.it o sulla pagina Facebook del Comune di Palmanova. Anche in caso di maltempo la manifestazione è confermata. Alcuni singoli eventi (solo a causa di forte maltempo) potranno subire delle variazioni di orario o delle cancellazioni. Ogni comunicazione ufficiale sul programma verrà pubblicata sulla pagina Facebook del Comune di Palmanova.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via nella città stellata la più grande rievocazione napoleonica italiana

UdineToday è in caricamento