menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inchiesta doping nel ciclismo friulano: trovato anche il nandrolone

C'è anche lo steroide anabolizzante tra il materiale sequestrato dai Nas nel corso delle perquisizioni effettuate, ordinate dalla Procura della Repubblica di Udine

Solitamente se ne parla in situazioni che riguardano il mondo dello sport ad altissimi livelli. In questo caso invece è coinvolta anche la provincia, quella che nell’immaginario garantirebbe ancora logiche di “sport sano”. Così non è invece, e il “nandrolone” - steroide anabolizzante derivato dal testosterone - è tra i medicinali sequestrati dai Carabinieri del Nas di Udine nel corso delle perquisizioni delegate dalla Procura nell'ambito dell'inchiesta sul doping nel mondo del ciclismo friulano. Nel mirino una società della Bassa friulana, con corridori - delle categorie under 23 ed Elite - residenti in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Sicilia, Piemonte e Marche. Non si sa se la sostanza dopante sia stata trovata nella disponibilità di uno dei tre soggetti indagati o degli altri destinatari delle perquisizioni presso terzi. Restano quindi tre i soggetti iscritti nel registro degli indagati: Il team manager del club, M. V. - 28enne residente a Caneva (Pordenone) - e due giovani corridori del team, M. V. -21enne di Trasquera (Verbania)- e P. F. -20enne di Cordignano (Treviso)-.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento