Povia sostituito da una cover band dei Pooh: le motivazioni

Il sindaco di Manzano: «Scelta semplicemente dettata dalla tipologia di pubblico attesa alla Festa della Sedia»

Un momento dello spettacolo di Andrea Pucci tenutosi durante l'edizione dello scorso anno.Nei riquadri Povia e il sindaco Iacumin

Nessuna motivazione politica ha portato alla cancellazione del concerto del vincitore del Festival di Sanremo 2006 con il brano "Vorrei avere il becco". Se Giuseppe Povia non salirà sul palco di Piazza Chiodi, in quella che sarà la prima delle tre serate organizzate per la Festa della Sedia di Manzano - prevista dal 20 al 22 luglio-, non ha nulla a che vedere con questioni legate al suo pensiero politico o alle sue battaglie condotte a colpi di video sui social. A dare l'attesa e auspicata motivazione al cantante è lo stesso primo cittadino di Manzano, Mauro Iacumin, che, contattato dalla nostra redazione, ha voluto rispondere al cantautore e blogger italiano e alle allusioni che ha espresso nel video postato ieri pomeriggio in cui parla di una sorta di censura preventiva, anzi di una vera e propria «“dittatura democratica”, in barba all'articolo 21 della costituzione sulla libertà di espressione».

Nessun bavaglio

Il concerto di Povia non era stato organizzato dalla Pro Loco di Manzano, ma direttamente da qualche assessore o uomo di fiducia dell'amministrazione comunale. Questa persona, sicuramente in buona fede, non aveva però comunicato la scelta alla giunta. Mauro Iacumin-2Il sindaco Iacumin, venuto a conoscenza del nome dell'artista solamente il 2 luglio, dopo una breve valutazione ha quindi deciso di annullare la data, possibilità prevista dallo stesso contratto da 2.500 euro sottoscritto il 6 giugno con il cantante, e di optare per un altro gruppo. «Purtroppo sono venuto a conoscenza della scelta di Povia solamente lunedì scorso - spiega Iacumin -. Non c'è nessun fine politico nel cambio in corso d'opera, semplicemente abbiamo valutato che era più opportuno un altro genere di musica guardando più fattori: la tipologia delle festa, il suo target e il programma stilato. Nulla di più. La recessione era anche prevista dalle libertà contrattuali da noi sottoscritte con l'artista - precisa il primo cittadino -, quindi abbiamo esercitato questa facoltà. Ribadisco, si tratta di una scelta fatta puntando esclusivamente ai gusti della platea che ci attendiamo arrivi a Manzano. E in questo senso abbiamo provato a dare una risposta più adatta che si avvicinasse il più possibile al nostro pubblico». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cover

La prima serata della Festa della Sedia prevederà dunque "Uomini soli" dei Pooh al posto del "Piccione" di Povia. Non quella originale però, perchè a cantare sarà una cover band modenese -  una delle più gettonate - intitolata "Ascolta Pooh Tribute Band" e dedicata al longevo gruppo musicale italiano scioltosi nel 2016 dopo 50 anni di carriera.

Salta il concerto e Povia attacca il Comune di Manzano: «Dittatura, siete anti democratici»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio mascherina: non sarà più un obbligo né all'aperto e né al chiuso

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • Addio mascherina, è ufficiale: via libera anche a cinema e sagre

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

Torna su
UdineToday è in caricamento