menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marbella

Marbella

Da Aquileia a Marbella: una mostra sulla cultura friulana in Spagna

Enogastronomia e turismo protagonisti nell'esposizione della città iberica grazie al Fogolar Furlan e all’Associazione culturale Mitteleuropa

Enogastronomia e turismo: un binomio sempre più stretto (e felice) che mette assieme arte, cultura e sapori tipici per promuovere un territorio e le sue peculiarità. Un piccolo pezzetto del nostro Friuli è volato, così, a Marbella, in Spagna, dove è stata appena inaugurata la mostra “Aquileia crocevia dell’impero romano”, un’esposizione itinerante (ha già fatto tappa in Ungheria, Polonia, Slovacchia, Belgio, Slovenia, Croazia, Serbia, Repubblica Ceca e Austria) approdata nella città iberica grazie al Fogolar Furlan e all’Associazione culturale Mitteuropa. All’evento hanno partecipato anche alcune aziende della regione, tra cui la triestina Masè, invitata a deliziare i presenti con un prodotto simbolo della gastronomia locale, il Cotto Trieste, e la tenuta vinicola Angoris di Cormòns (Go).

“L’idea – ha spiegato la vicepresidente del Fogolar di Marbella Daniela Nova – era quella di mettere assieme risorse uniche ed eccellenti del Friuli Venezia Giulia, per valorizzare le sue tante vocazioni e stimolare l’interesse verso le opportunità che offre come destinazione turistica”. Marbella, ha svelato infatti la vicepresidente, è una città dinamica e internazionale, popolata da molte comunità di stranieri, dove ha preso piede un turismo di fascia alta molto interessato a luoghi esclusivi ed “emergenti” come il Friuli Venezia Giulia. “Non dimentichiamo che la nostra regione è appena stata inserita nella lista Best in Travel 2016 della Lonely Planet, tra le 10 destinazioni turistiche al top nel mondo per le sue zone vinicole e l’enogastronomia. Se a questo – continua Nova - si accosta un fiore all’occhiello come Aquileia, una destinazione con un patrimonio storico e culturale unico in Italia, è facile capire che questa regione ha enormi potenzialità da sfruttare”. Il messaggio, però, è di cogliere le occasioni al volo: “Si fa fatica a coinvolgere le aziende friulane in eventi come quello che abbiamo organizzato qui – ha detto Nova – servirebbero più disponibilità e anche percorsi più strutturati di supporto alle iniziative turistiche da parte di enti e istituzioni territoriali”.

La mostra inaugurata al centro culturale “Cortijo Miraflores” di Marbella è stata creata nel 1993 dall'Associazione Nazionale per Aquileia e propone pezzi che raccontano la storia della città scandita per temi, dalla fondazione alla splendida Basilica del Patriarca Popone. Un viaggio nel tempo che conduce il visitatore alla scoperta dei colori, dei mosaici, delle ambre, dei gioielli, delle gemme incise, svelando tutto il fascino dell’antica città romana. Costantemente aggiornata, per seguire i risultati degli scavi, la mostra si avvale anche di preziosi reperti archeologici che illustrano i rapporti tra Aquileia, l’Europa e il Mediterraneo. Realizzata con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia resterà esposta nella città spagnola fino al 27 novembre. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

Covid, oggi in regione 336 positivi e 29 vittime

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento