Resia, escursionista scivola per 100 metri e perde la vita

Si tratta di un padovano di 72 anni che era in gita assieme alla moglie e ad altre due persone

Il versante dove si è verificato l'incidente

Un escursionista padovano è morto nel pomeriggio di oggi in Val Resia, nei dintorni della località di Stolvizza. Si trovava in gita con la moglie e altre due persone, e stavano percorrendo il sentiero che va da Malga Coot conduce alla Casera Canin quando ha perso aderenza inciampando ed è caduto in un tratto ripido, poco dopo Casera Berdo, riportando delle gravi lesioni. La chiamata è arrivata intorno alle 14 dalla centrale Sores e sul posto si è recato subito il gestore di Malga Coot, che è anche tecnico del Soccorso Alpino, assieme all'elisoccorso della Regione Friuli Venezia Giulia.

I soccorsi

Sono poi arrivati poco dopo i tecnici della stazione del soccorso alpino di Moggio e il soccorso alpino della Guardia di Finanza e i Vigili del fuoco. La situazione è apparsa subito critica, dato che l'escursionista è scivolato per un centinaio di metri. L'uomo si chiamava Sergio Zamboni. E' stato recuperato con il verricello dal team dell'elisoccorso dopo essere stato imbarellato e poi condotto alla malga dove l'attendeva l'ambulanza del 118. Qui si è tentato di rianimarlo, ma verso le 15.30 purtroppo è deceduto a bordo dell'ambulanza. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Clima impazzito: un temporale di neve imbianca il Friuli

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

  • Cocaina, anfetamina, cannabis e capienza massima del locale sforata

Torna su
UdineToday è in caricamento