rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Fagagna

Addio a Robert Miles, il creatore del mondo dei sogni

Lutto nel mondo della musica per la prematura scomparsa del produttore discografico originario di Fagagna. L'album Dreamland ottenne molteplici dischi di platino e d'oro in varie nazioni; oltre 5 milioni furono le copie vendute del singolo Children

Un male incurabile ha portato via Roberto Concina, in arte conosciuto come Roberto Miles, all'età di 47 anni. Il dj e produttore discografico era nato a Fleurier, il 3 novembre 1969 in Svizzera, da genitori friulani. A Fagagna era poi tornato con la sua famiglia e proprio in Friuli crebbe musicalmente imparando a suonare il piano e iniziando a lavorare in radio. La svolta della sua carriera arrivò nel 1996 all'uscita del brano "Children", pezzo che ottenne un successo internazionale memorabile, vendendo oltre 5 milioni di copie e facendo ballare milioni di persone (ne abbiamo parlato proprio 2 anni fa, in un articolo che voleva celebrare i 20 anni della nascita della sua prima versione). Ricordiamo che nello stesso anno vinse anche il Morét d'aur.

Roberto Concina era considerato indiscutilbilmente uno dei maggiori esponenti della cosiddetta "Dream Music" e “trance”. Con l’album Dreamland aveva contribuito a delineare i contorni del suo sound, ottenendo svariati dischi d’oro e di platino in numerosi paesi e riconoscimenti prestigiosi come un World Music Award e un Brit Award (il Grammy inglese: è l’unico italiano ad averne ottenuto uno). 

Sui social i ricordi e il cordoglio si stanno moltiplicando con il passare delle ore e l'hashtag #RobertMiles risulta uno dei trend del giorno. L’amico e collega Joe T Vannelli ha voluto ricordarlo con questa dichiarazione rilasciata alla rivista specializzata Dj Mag Italia: «La tragica notizia della scomparsa di un grande talento e artista del nostro tempo, mi rende incredulo e sconvolto. Con lui se ne va anche una parte della mia vita di produttore artista. Mi mancheranno i litigi, le risse, le critiche, i giudizi ma soprattutto il tuo talento nel trovare suoni e melodie impareggiabili». Mario Fargetta sui social: “Sono stato il primo a suonare la tua Children a Radio Deejay. Non riesco ancora a crederci come uno di noi ci deve lasciare. Robert Miles R.I.P.” 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Robert Miles, il creatore del mondo dei sogni

UdineToday è in caricamento