menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Boubir durante la "Festa delle magnolie"

Boubir durante la "Festa delle magnolie"

Udine e via Roma perdono un riferimento: se n'è andato Boubir

Tra i "pionieri" del kebab a Udine. L'amico ed ex collega Haziz lo ricorda come «un esempio continuo, un grandissimo lavoratore instancabile e sempre sorridente»

Udine saluta Boubir Hedjila, inventore e gestore del famoso locale di via Roma “Là di Boubir”. Fu tra i primi a proporre il kebab a Udine negli anni ’90, e la sua storia lavorativa è stata una vicenda davvero felice dal punto di vista imprenditoriale (ultimamente aveva aperto anche un negozio di frutta e verdura in via Battistig). Quello che colpisce dei trascorsi di Boubir non è tanto il lato commerciale però, quanto quello umano. Al momento della dipartita di qualcuno si cade regolarmente nella retorica della “buona e brava persona”, ma nel caso di Boubir -universalmente - gli aggettivi benevoli si sprecano. Era davvero sempre sorridente, affabile, disponibile e gentile, un vero esempio di cultura mediterranea dell’accoglienza. Nel vecchio quartiere delle magnolie, negli anni etichettato come “Borgo stazione”, era uno dei gestori più longevi, un riferimento continuo e costante per la zona. Hosam Aziz, attivo anche nella vita politica cittadina oltre che - a  suo tempo - come ristoratore nella stessa strada lo ricorda così: «Ha aperto il negozio a metà anni novanta. Era un simbolo del quartiere, un mito per noi. Abbiamo perso un grand’uomo. Era da esempio continuo, un grandissimo lavoratore, instancabile, ma sempre sorridente, disponibile e gentile. Credo che abbia incarnato alla perfezione una faccia sana dell'immigrazione, quella che lavora e sa mettersi in gioco. E credo che abbia contribuito a fare in modo che tanti udinesi avessero un'impressione e un giudizio positivo sugli immigrati». Boubir lascia tre figli (la moglie era morta qualche anno fa) per i quali la sua assenza rappresenta già una grave mancanza, ma il suo contributo all'idea di un'immigrazione felice e integrata non potrà essere scalfito da nessun evento terreno. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento