Caso Regeni, la Procura di Roma apre una nuova inchiesta

Le attenzioni dei pm si concentrano sulle pressioni ricevute al Cairo dal consulente della famiglia

La Procura della Repubblica di Roma indaga sulle pressioni ricevute nella capitale egiziana de Il Cairo dal consulente egiziano della famiglia Regeni dal personale della National Security di Nasr City (un distretto del Cairo). All'ufficio della National Security appartengono alcuni degli ufficiali indagati dai pm capitolini nell'ambito dell'inchiesta sulla morte del ricercatore di Fiumicello, il cui corpo venne ritrovato senza vita il 3 febbraio di tre anni fa. L'inchiesta sarà aperta alla luce dell'esposto presentato dall'avvocato Alessandra Ballerini, legale della famiglia di Giulio Regeni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 15 luoghi da non perdere in Friuli Venezia Giulia

  • Spiagge d'acqua dolce in Friuli: ecco dove fare il bagno

  • Cinque camminate facili a Udine e dintorni, alla ricerca del fresco

  • Friuli circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Coronavirus, aumentano anche in Fvg i positivi e nuovi contagi

  • Aumentano i contagi in Croazia: Lubiana pensa a toglierla dall'elenco dei paesi "sicuri"

Torna su
UdineToday è in caricamento