Caso Regeni, la Procura di Roma apre una nuova inchiesta

Le attenzioni dei pm si concentrano sulle pressioni ricevute al Cairo dal consulente della famiglia

La Procura della Repubblica di Roma indaga sulle pressioni ricevute nella capitale egiziana de Il Cairo dal consulente egiziano della famiglia Regeni dal personale della National Security di Nasr City (un distretto del Cairo). All'ufficio della National Security appartengono alcuni degli ufficiali indagati dai pm capitolini nell'ambito dell'inchiesta sulla morte del ricercatore di Fiumicello, il cui corpo venne ritrovato senza vita il 3 febbraio di tre anni fa. L'inchiesta sarà aperta alla luce dell'esposto presentato dall'avvocato Alessandra Ballerini, legale della famiglia di Giulio Regeni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore in carcere a soli 22 anni, la Procura apre un'indagine

  • Coronavirus: salgono a 1436 i casi positivi, 119 in più in un solo giorno

  • L'Ospedale cerca personale sanitario, la Casa di Cura lo mette in cassa integrazione: è scontro

  • Triatleta corre 16 km in giardino «per le persone in prima linea per la nostra salute»

  • Non resiste alla quarantena, apre il bar e si trova con gli amici

  • Coronavirus, i contagi aumentano ancora e passano quota 100

Torna su
UdineToday è in caricamento