rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca

Morte del giovane Lorenzo, minuto di silenzio in classe e paese in lutto

La scuola e i compagni sono vicini alla famiglia

Un minuto di silenzio e raccoglimento è stato osservato questa mattina all'Istituto Bearzi di via Don Bosco a Udine, la scuola frequentata da Lorenzo Parelli, il 18enne morto venerdì scorso durante il suo ultimo giorno di stage in fabbrica, a Lauzacco. I dirigenti dell'istituto salesiano hanno ricordato che tutte le giornate a scuola si aprono con un momento di preghiera, ma quello odierno è stato dedicato a Lorenzo e ai suoi famigliari. L'obiettivo dei docenti è quello di affiancarsi ai compagni di classe, per supportarli psicologicamente in questo momento drammatico. Sul banco vuoto di Lorenzo sono stati sistemati dei biglietti dei compagni, mentre a Morsano di Castions di Strada, dove il giovane abitava, è stato allestito un cuore gigante listato a lutto.

Il legale

“Non ho ancora ricevuto atti dalla Procura di Udine con la fissazione dell’autopsia, per la quale noi sicuramente nomineremo un perito: la posizione del mio assistito resta tuttavia la stessa, riserbo e silenzio nel rispetto del dolore dei familiari della vittima”: lo ha detto all’ANSA l’avvocato Stefano Buonocore, legale di Pietro Schneider, 71 anni, e proprietario della Burimec, l’azienda metalmeccanica specializzata nella costruzione di impianti per la pesatura e l’industria siderurgica in cui è morto Lorenzo Parelli, e per questo indagato. Sono due i quesiti che la Procura ha chiesto di risolvere prioritariamente agli investigatori: se la mansione che stava effettuando la vittima era compatibile con il suo progetto di stage aziendale e cos’abbia provocato l’improvvisa caduta della putrella di acciaio che ha colpito e ucciso il 18enne. Da quanto è emerso, il pezzo su cui stava lavorando il ragazzo era stato ultimato e si doveva solo procedere con la sua spedizione. Schneider per il momento è l’unica persona iscritta nel registro degli indagati, ma non è escluso che affianco al suo compaiano anche nomi che potrebbero avere avuto responsabilità nella vicenda. Altre eventuali iscrizioni consentirebbero ad altre parti di nominare periti per ogni tipo di accertamento, soprattutto quelli irripetibili. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte del giovane Lorenzo, minuto di silenzio in classe e paese in lutto

UdineToday è in caricamento