Si è spenta a Trieste Iesina Caporale Dri

"Sapeva abbinare felicemente la friulanità e la triestinità”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Dopo la scomparsa di Francesca De Marco, l'indimenticabile "pasionaria" di Borgo Stazione, un altro lutto colpisce ora il Movimento Civico Culturale Alpino-Adriatico "Fogolâr Civic" guidato in Friuli dal prof. Alberto Travain: si è spenta a Trieste, dove da anni si era trasferita, l'udinese Iesina Caporale Dri, figura legata per decenni al mondo dell'imprenditoria del capoluogo friulano, calda sostenitrice del sodalizio in parola nonché in genere della promozione dei beni culturali del territorio. "La rivedevamo immancabilmente - ricorda Travain - per le solennità dei Santi Patroni aquileiesi e udinesi Ermacora e Fortunato: un'occasione per ritornare nella capitale della Piccola Patria, di cui andava senz'altro orgogliosa e che mai aveva dimenticato, pur integrandosi armoniosamente nella vita sociale triestina. Sapeva abbinare felicemente la friulanità e la triestinità. Era nei fatti una vera cittadina del Friuli Venezia Giulia".

Torna su
UdineToday è in caricamento