La scomparsa di Francesca De Marco

Addio alla "signora di Borgo Stazione"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

È morta Francesca De Marco, l'autorevolissima ed instancabile anziana presidente del Coordinamento Civico Udinese "Borgo Stazione", ma figura di spicco anche nel Movimento Civico Culturale Alpino-Adriatico "Fogolâr Civic" nonché nel Circolo Universitario Friulano "Academie dal Friûl". Infatti, a partire dal loro presidente, il prof. Alberto Travain, Fogolâr Civic e Academie dal Friûl, senza retoriche di circostanza e romanticismi, sono letteralmente ammutoliti dal dolore per una perdita così grave, grave non solo per i sodalizi che hanno avuto l'onore di annoverare la signora De Marco tra le proprie file anche con ruoli di prim'ordine; grave non solo per i suoi amici che hanno avuto sempre modo di gustarne la cordialità, la sincerità, la lealtà, la benevolenza; grave non solo per l'amato quartiere in cui era nata e che sino all'ultimo è stato centrale nei suoi pensieri, ma grave, gravissimo, per tutta la città, per tutta la cittadinanza, per tutta la società civile, per tutto il civismo udinesi e friulani, orfani di una persona che, come poche di questi tempi, ha dato prova di tenace, attivo e disinteressato attaccamento al bene della sua terra e della sua gente.

"Francesca De Marco resterà per noi una sorta di nume tutelare, di stella polare, di punto di riferimento, di esempio, come leader storico di quello che è stato il più vivace, battagliero, attento e propositivo comitato civico di quartiere del centro udinese del XXI secolo. Una donna che aveva trasformato la sua vita privata in un liberale atto di dedizione alla sua comunità. La amareggiavano l'incomprensione e le facili strumentalizzazioni cui erano talvolta soggetti l'operato suo e del coordinamento da lei presieduto, un operato schiettamente rivolto a favore di un'integrazione che fosse rispettosa sia degli immigrati che della tradizione del territorio, di una sicurezza che non fosse parvenza, di una collaborazione tra cittadini e amministratori che fosse davvero concreta e sincera… Al momento di un tale commiato le parole non bastano, non si trovano, sono insufficienti, per onorare un simile personaggio della nostra Udine: l'unico modo per onorarlo è prenderlo ad esempio e perseverare nell'impegno. "Duri al pezzo! Mai molâ!" era il motto di Francesca. "Coraggio, quindi, in particolare agli amici del Coordinamento Civico Udinese "Borgo Stazione": avanti ancora e sempre, tutti insieme - afferma Travain - nel ricordo della Nostra carissima!"

I funerali sono previsti per martedì 25 marzo 2014. alle ore 15.30, presso la chiesa del Carmine, in Via Aquileia, a Udine.

Un appello alla cittadinanza a rendere omaggio.

Torna su
UdineToday è in caricamento