Moria delle api, la Procura di Udine ricorre in Cassazione contro i dissequestri

Il ricorso è stato redatto dalla titolare dell'inchiesta, la pm Viviana Del Tedesco

La Procura della Repubblica di Udine ha depositato un ricorso in Corte di Cassazione contro il secondo provvedimento del Tribunale del Riesame di Udine che ha disposto il dissequestro di alcuni campi coltivati a mais a cui erano stati apposti i sigilli "con inibizione per l'anno 2019 alla coltivazione di mais conciato con qualsivoglia principio attivo tossico per le api" nell'ambito dell'inchiesta avviata sulla moria delle api nelle campagne friulane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

De Nicolo

Il ricorso è stato redatto dal pm titolare del fascicolo - Viviana Del Tedesco - e vistato dal Procuratore capo di Udine Antonio De Nicolo. "In questa materia le norme sono di recente introduzione. Non c'è ancora una diffusa elaborazione giurisprudenziale - spiega il Procuratore - tra la nostra interpretazione e quella opposta del Riesame attendiamo il vaglio della Cassazione, di cui attendiamo l'ultima parola". La Procura non ha impugnato invece un altro provvedimento di dissequestro che era stato pronunciato da altro collegio del Tribunale del Riesame. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Negazionista" al liceo: studente sospeso al primo giorno di scuola perché non rispetta le norme anti-covid

  • Uccide la moglie dopo un diverbio, coltellata fatale

  • Elezioni comunali: Cividale, Ovaro e Varmo hanno i loro sindaci

  • Coronovirus: il contagio non molla e Udine è la città con più nuovi casi in regione

  • Udine Sud, apre un nuovo store di abbigliamento e accessori per la casa

  • "Non siamo solo villotte e longobardi, non siamo neanche tutti drogati morti di noia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento