menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montagna: in Friuli Venezia Giulia cattiva gestione e abusi edilizi

La nostra regione, secondo un'indagine di Legambiente, assieme alla Lombardia è quella che ha tutelato di meno le Alpi nel corso del 2012. Tre le situazioni denunciate con la "Bandiera nera"

L'arco alpino italiano dal 2002 è sotto i riflettori di Legambiente, che annualmente ne rileva lo stato di salute evidenziando criticità, cattiva gestione del territorio, abusi edilizi ma anche mettendo in risalto azioni virtuose per la loro tutela, da parte di soggetti pubblici o privati.

La Carovana delle Alpi quest’anno ha assegnato undici bandiere nere ai nemici della montagna, individuandono ben tre nella nostra regione, che condivide il primato poco felice con la Lombardia.

Le altre sono state assegnate in Piemonte - due -, una in Veneto, Trentino e Valle D’Aosta. Sono state sette invece le bandiere verdi assegnate per le buone pratiche ecosostenibili e per uno sviluppo locale green.

LE BANDIERE NERE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA.  La prima è stata assegnata  alla società Edipower per la “colata di fango verificatasi a valle della diga di Sauris”. La seconda agli organizzatori regionali del Giro d’Italia per l’abbattimento di centinaia di alberi sull’Altopiano del Montasio. La terza bandiera nera va all’Anas e al Friuli Venezia Giulia Strade, per gli interventi attuati sulla viabilità della Carnia e del Canal del Ferro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento