Cronaca

Intossicazione da monossido di carbonio, padre salvato dalla figlia

A dare l'allarme la giovane che durante le operazioni di salvataggio si è sentita male a sua volta

Nuovo caso di intossicazione da monossido di carbonio in regione. Questa volta, a finire in ospedale, un uomo classe '56 residente in Borgo Aquileia a Palmanova. Da una prima ricostruzione, a trovare il papà in gravi condizioni è stata la figlia, che non avendo sue recenti notizie, è andata a fare visita al genitore che vive solo. Una volta sul posto, la giovane è riuscita ad allertare i soccorsi, sentendosi male poco dopo a causa della presenza del gas.

I soccorsi

Sul posto, insieme ai carabinieri della Stazione di Palmanova, sono giunti i vigili del fuoco che hanno messo in salvo l'uomo e la figlia consegnandoli allo staff medico: il sessantaquattrenne è stato prima trasportato all'ospedale di Palmanova e successivamente a Trieste per trattamento in camera iperbarica, mentre la figlia è in osservazione al pronto soccorso locale. Durante le apposite verifiche i pompieri hanno riscontrato la presenza di monossido di carbonio in casa, mettendo sotto sequestro gli spazi che ospitano la caldaia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intossicazione da monossido di carbonio, padre salvato dalla figlia

UdineToday è in caricamento