rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Sostegno per la formazione dei giovani “super periti” friulani

Convenzione sottoscritta tra MITS (Malignani Istituto Tecnico Superiore) e Intesa San Paolo

Un sostengo alla formazione dei giovani corsisti MITS, per investire sul loro futuro lavorativo. È in sintesi l'obiettivo della convenzione sottoscritta oggi nella sede della Danieli a Buttrio, dalla Fondazione MITS e da Intesa San Paolo, proprio per agevolare la formazione di figure tecniche altamente specializzate e sempre più richieste dal mondo del lavoro.

Grazie alla convenzione, Intesa Sanpaolo mette a disposizione degli studenti Mits “PerTe Prestito Con Lode”, il prodotto studiato sulle specifiche esigenze dei giovani iscritti per consentire loro di investire sul proprio futuro e di concludere gli studi in tranquillità. “PerTe Prestito Con Lode” accompagna lo studente dal MITS fino al suo ingresso nel mondo del lavoro: grazie al “periodo ponte”, infatti, una volta concluso il percorso di studio, può decidere le modalità e i tempi di restituzione delle somme utilizzate usufruendo di piani di erogazione di diversi importi e durate, che soddisfino al meglio le singole esigenze.

Con questo accordo la Fondazione MITS, che da anni attraverso corsi biennali post-diploma nei settori industria meccanica, arredo e agroalimentare di recente istituzione, forma figure di alta specializzazione, e Intesa Sanpaolo vogliono dare un contributo concreto alla formazione e al futuro lavorativo dei giovani e offrire alle imprese friulane risorse con alte competenze tecniche.

Dalla sua istituzione nel 2010 il MITS ha organizzato 14 corsi biennali e sono più di 300 i tecnici superiori che hanno conseguito il titolo di studio finale del V livello EQF e che si sono rapidamente inseriti nel mondo del lavoro. Oggi questa scuola di eccellenza della formazione tecnica superiore vuole crescere ancora, anche grazie all’accesso allo strumento finanziario dei propri iscritti: i tassi di occupazione sono ben superiori al 90 per cento, i giovani tecnici superiori sono impiegati con soddisfazione e buone retribuzioni, ma molte richieste di personale qualificato MITS provenienti da aziende friulane che operano nei settori avanzati della meccatronica Industry 4.0 non possono essere soddisfatte.

«Il mondo industriale ha fame di figure con forti competenze tecniche unite a competenze trasversali, come quelle che il MITS riesce in due anni a costruire in sinergia con le aziende sia investendo nelle nuove tecnologie della robotica e dell’additive manufacturing sia attivando specifici programmi formativi centrati sul design thinking, che stimola il pensiero innovativo, o sulle soft skills» osserva il presidente della Fondazione MITS, Gianpietro Benedetti. «Promuovere l'iscrizione e la frequenza ai corsi del MITS attraverso strumenti di sostegno economico, che con modalità flessibili e centrate sulla responsabilità consentano ai futuri giovani tecnici di consolidare e perfezionare la loro preparazione, significa vincere su due fronti: assicurare ai giovani la soddisfazione di un lavoro di interesse e qualità professionale, garantire alle aziende il capitale umano tecnicamente formato necessario per mantenere nel mercato posizioni di eccellenza o crescere in esso».

Per Intesa San Paolo, commenta il direttore generale Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia, Gruppo Intesa Sanpaolo, Stefano Baro, «i giovani hanno un ruolo determinante per lo sviluppo del nostro Paese, ed è per questo che continuiamo a investire su di loro. Con la Fondazione MITS abbiamo voluto dare un sostegno concreto alla formazione specialistica post diploma perché crediamo che in un territorio ricco di imprese come il nordest ci sia bisogno di figure professionali altamente qualificate e vogliamo dare ai nostri ragazzi e alle loro famiglie la possibilità di concludere con serenità il percorso di studi per cogliere le migliori opportunità del mondo del lavoro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sostegno per la formazione dei giovani “super periti” friulani

UdineToday è in caricamento