Il mistero della scomparsa di Natale Vadori, ricerce interrotte

Tutta la Val d'Arzino è stata perlustrata in lungo e in largo, ma del professore non sono state trovate tracce

È diventata un mistero la scomparsa di Natale Vadori, il professore di San Vito al Tagliamento che manca da casa dallo scorso 8 marzo, ma le cui ricerche sono iniziate questa settimana. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Decine di uomini tra volontari del soccorso alpino, carabinieri, vigili del fuoco, volontari della Protezione civile e militari del Sagf della Guardia di finanza, hanno continuato a perlustrare le zone della Val d’Arzino, dove è stata localizzata l’automobile di Vadori. Ieri sera i tecnici del Cnsas hanno sospeso le ricerche, che riprenderanno se dovessero emergere indicazioni ed elementi nuovi nell’indagine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aria salubre e sicura con la corretta manutenzione dei climatizzatori

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: chiarita la posizione del Paese

  • Un grande bar all'aperto: ecco la nuova Piazza San Giacomo a Udine

  • Coronavirus: quattro contagi in più a Udine, dodici in tutta la regione

  • Apre un nuovo locale: la focacceria Mamm si amplia e inaugura un forno bistrot

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

Torna su
UdineToday è in caricamento